Le vetrate gotiche

Appunto inviato da ssery
/5

L'appunto tratta brevemente delle vetrate gotiche:I primi segni del passaggio dal romanico al gotico si colgono nello stile delle vetrate. (2pg. file.doc) (0 pagine formato doc)

Nell' arte Gotica assume grande importanza la tecnica delle vetrate, che sostituiscono le murature continue delle chiese romaniche, aprendole alla luce e al fascino di storie visualizzate in tanti riquadri LE VETRATE GOTICHE I primi segni del passaggio dal romanico al gotico si colgono nello stile delle vetrate, infatti nell' arte Gotica assume grande importanza la tecnica delle vetrate, che sostituiscono le murature continue delle chiese romaniche, aprendole alla luce e al fascino di storie visualizzate in tanti riquadri.
La luce assume in tutto il Medioevo un significato simbolico: essa è l'espressione del divino, in opposizione alla materia buia, vista come simbolo del peccato. Nel complesso sistema di pilastri e volte, le vetrate sono poste lungo tutto il perimetro delle chiese e in particolare nella zona dell'abside, dietro l'altare.
Esse filtrano la luce proveniente dall'esterno, determinando effetti cromatici irreali e rarefatti. Sono realizzate in diverse fasi: prima viene fuso il vetro e miscelato con altre sostanze per ottenere i vari colori, poi il vetro, ridotto per rotazione in dischi, viene tagliato a pezzi, della misura e della forma desiderati, vengono poi fissati su pannelli trasparenti con la cera , in modo che il pittore li possa dipingere con la “grisaglia” (ossido di ferro) Sono poi staccati e cotti a gran fuoco, così che la pittura penetri nel vetro. Quindi vengono fissati in pannelli mediante strisce di piombo e montati a formare il disegno stabilito. La loro bellezza si può cogliere in particolare osservandole dall' interno: inondate di luce, le ricche composizioni cromatiche risaltano in contrasto con la penombra dell' ambiente e l'effetto di queste immagini su vetro muta a ogni variazione di luce. I migliori esempi di vetrate si trovano nelle chiese e cattedrali medioevali dell' Europa settentrionale, mentre in Italia e Spagna sono meno utilizzate, sia perché in questi paesi vi è una tradizione costruttiva romanica, sia perché il sole è troppo caldo per rendere accettabili ampie superfici a vetri. Nelle cattedrali gotiche le strutture sembrano essere una preziosa cornice per le grandi vetrate , che sostituiscono parte della muratura delle navate e del coro. L'alleggerimento della muratura permette di sviluppare in altezza la chiesa. Magnifico esempio di queste costruzioni è la cattedrale di Chartres, la cui fama nel corso dei secoli è dovuta alle sue vetrate divise in 176 finestre di varie dimensioni e forme: ogivali, lobate, circolari come negli oculi e nei rosoni. Nelle vetrate sono raffigurate scene bibliche, santi, ritratti di monarchi, brani della vita di Maria ed anche un'antica immagine della Vergine avvolta in una tunica azzurra, visibile in un'ogiva del deambulatorio .Gli artisti per eseguire una finestra , dovevano sia immaginare l'effetto finale che avrebbero creato i vetri multicolori accostati gli uni agli altri per formare il disegno, sia intuire l'impressione suscitata quando la luce avrebbe a