Storia dell'industria della moda: cronologia

Appunto inviato da c4ff3in4
/5

Cronologia dettagliata della storia dell'industria della moda (3 pagine formato pdf)

STORIA DELL'INDUSTRIA DELLA MODA

Storia dell'industria della moda.
CAPITOLO 1: LEGGI SUNTUARE E POLEMICHE DI COSTUME Leggi suntuarie nella storia:
215 a.C.

Legge Suntuaria Lex Oppia per le donne Abbigliamento Greco Peplo, Chitone e Himation (Pallio o Mantello) Abbigliamento Romano Toga: rosso console vittorioso, bianca candidati, banda porpora autorità 1340 foggie differenziate per uomo e per donna e importanza lusso e acconciature e cambiamento più rapido XIV SECOLO leggi suntuarie e abito come condizione sociale (es: Giovanni della Casa Galateo / Baldassarre Castiglione scrive “Il cortigiano” e ama il nero come nel XV secolo Filippo il Buono re di Borgogna e Ludovico Dolce in “Dialogo dei Colori” del 1565/ Cesare Vercellio “Habiti antichi e moderni di tutto il mondo” / Montaigne evitare troppe spese rovinano i nobili / 1560 Matthaus Schwarz scrive “Il libro dei Costumi” SECOLI XIV, XV, XVI Leggi suntuarie abito funzione sociale per riconoscimento gerarchia dall’apparenza
1551 Leggi suntuarie Mantova protesta dei nobili per volersi distinguere dal volgo 1580 Leggi suntuarie Milano documento per evitare spese e rovina dei nobili 1581 Leggi suntuarie Milano , Nicolao Guinigi per evitare spese e rovina dei nobili 1591 Leggi suntuarie Ferrara Annibale Romei per evitare spese e rovina dei nobili 1599 Molto rumore per nulla – Shakespeare 1599 dialogo tra Borraccio e Corrado 172 – 1721 Leggi suntuarie “calico acts” inghilterra proibita importazione del cotone indiano XVI SECOLO Broccatelli veneziani (seta mista a stoffe meno pregiate) / Rivoluzione della Maglia calze a maglia pret-a-porter / Abiti usati rivenduti / Moda a basso costo per accedervi tutti - 1500 Nascita della civiltà della moda (Belfanti); gerarchia dell’apparenza, leggi suntuarie, moda è novità, consapevolezza dell’importanza della moda trattata dagli autori /civilizzazione e buone maniere.

Tesina sulla moda: gli stili del '900

STORIA DELLA MODA, RIASSUNTO

CAPITOLO 2: FRANCIA E INGHILTERRA
Francia moda Femminile Re Sole / Inghilterra moda Maschile Carlo II Stuart e critiche 1642 La contre-mode di Monsieur De Fitelieu denuncia l’effimero pericoloso della moda 1642 La mode, ou Charactère de la religion, de la vie, de la conversation, de la solitude, des compliments, des habits et du style du temps di Monsieur Françoise Grenaille: denuncia l’effimero pericoloso della moda 1686 Satyre contre la mode Louis Petit 1672 Rivista di moda francese “Le Mercure Galant” il ruolo primario della donna, vince il Re Sole e moda di Versailles 1661 “Tyrannus or The Mode” John Evelyn rapporto moda e tirannia nell’ Inghilterra sfarzosa degli Stuart 1666 Carlo II Stuart abito maschile inglese in tre pezzi e il panciotto 1676 The Man of Mode or Sir Fopling Flutter George Etherege contro l’imitare la moda francese in Inghilterra 1640 circa in Italia Agostino Lampugnani critica la moda1715 Morte del Re sole e della moda di corte di versaille. La moda ora è a Parigi dai “merchande de modes” Nel 1700 In italia Carlo Goldoni, Giuseppe Parini e Cesare Beccaria scrivono su come cambia la moda velocemente 1715 Merchands de Modes; Morte del Re sole vita mondana si sposta da Versaille a Parigi (salon de particuliers, le accademie, i teatri, prima era espressione di dominio politico e fasto, ora creatività e cambiamento veloce, Rose Bertin consulente di maria Antonietta, Giornale di Moda “Il Cabinet” svincola la moda dalla Corte e Louis Hyppolite Leroy crea abiti per Napoleone e Poi per la restaurazione con Carlo X
1721 “Lettre Persanes” di Montesquieu su come cambia la moda velocemente 1790 Louis Antoine Carraccioli in varie opere su come cambia la moda velocemente.

EVOLUZIONE DELLA MODA NEL '900

XX SECOLO Gabrielle Chanel abitino nero, vestito pratico, gonna a pieghe o dritta al polpaccio, poi al ginocchio e maglie di jersey; progetta gioielli ma anche bigiotteria - collaborò con Picasso per i costumi -1921 profumo n.5 Madeleine Vionnet lo sbieco ispirato a drappeggio antichità classica ispirata dal cubismo e fiturismo e fa pret a poter Jean Patou abbigliamento sportivo XX secolo – testimonial usa sportivi veri

.