Sintesi della storia della moda

Appunto inviato da c4ff3in4
/5

l'industria della moda (3 pagine formato pdf)

STORIA DELL’INDUSTRIA DELLA MODA
CAPITOLO 1: LEGGI SUNTUARE E POLEMICHE DI COSTUME Leggi suntuarie nella storia:
215 a.C.
Legge Suntuaria Lex Oppia per le donne Abbigliamento Greco Peplo, Chitone e Himation (Pallio o Mantello) Abbigliamento Romano Toga: rosso console vittorioso, bianca candidati, banda porpora autorità 1340 foggie differenziate per uomo e per donna e importanza lusso e acconciature e cambiamento più rapido XIV SECOLO leggi suntuarie e abito come condizione sociale (es: Giovanni della Casa Galateo / Baldassarre Castiglione scrive “Il cortigiano” e ama il nero come nel XV secolo Filippo il Buono re di Borgogna e Ludovico Dolce in “Dialogo dei Colori” del 1565/ Cesare Vercellio “Habiti antichi e moderni di tutto il mondo” 


Montaigne evitare troppe spese rovinano i nobili / 1560 Matthaus Schwarz scrive “Il libro dei Costumi” SECOLI XIV, XV, XVI Leggi suntuarie abito funzione sociale per riconoscimento gerarchia dall’apparenza
1551 Leggi suntuarie Mantova protesta dei nobili per volersi distinguere dal volgo 1580 Leggi suntuarie Milano documento per evitare spese e rovina dei nobili 1581 Leggi suntuarie Milano , Nicolao Guinigi per evitare spese e rovina dei nobili 1591 Leggi suntuarie Ferrara Annibale Romei per evitare spese e rovina dei nobili 1599 Molto rumore per nulla – Shakespeare 1599 dialogo tra Borraccio e Corrado 172 – 1721 Leggi suntuarie “calico acts” inghilterra proibita importazione del cotone indiano XVI SECOLO Broccatelli veneziani (seta mista a stoffe meno pregiate) / Rivoluzione della Maglia calze a maglia pret-a-porter / Abiti usati rivenduti / Moda a basso costo per accedervi tutti - 1500 Nascita della civiltà della moda (Belfanti); gerarchia dell’apparenza, leggi suntuarie, moda è novità, consapevolezza dell’importanza della moda trattata dagli autori /civilizzazione e buone maniere


.