La nascita della filosofia e i primi filosofi

Appunto inviato da michiamocosi
/5

Appunti riguardanti la nascita della filosofia e i primi filosofi (2 pagine formato doc)

NASCITA DELLA FILOSOFIA E I PRIMI FILOSOFI

Storia della filosofia.

La storia della filosofia studia i connotati essenziali della filosofia, nata nel VI secolo a.C.
La filosofia è una forma di sapere collocabile storicamente, non significa che non ci siano tracce precedenti al VI secolo a.C., infatti ritroviamo riferimenti filosofici nei poemi omerici e in Esiodo (nella Teogonia, un poema che parla della nascita del mondo e presenta tracce che appaiono anticipare elementi che ritroviamo nel pensiero filosofico all'atto della sua nascita). Alcune tracce si ritrovano nella religione orfica, che si sviluppa insieme alla religione degli dèi, che da una parte riprende il culto degli dèi, ma allo stesso tempo se ne distacca (ritroviamo la religione orfica in Platone).
Questi elementi anticipano la nascita della filosofia.

La filosofia: definizione

FILOSOFIA DEFINIZIONE

Ci sono condizioni politiche e sociali che fanno nascere la filosofia proprio in quel luogo e in quel periodo storico, ma che non sono una risposta a cosa è la filosofia. Resta il fatto che la filosofia appare come una forma di sapere radicalmente nuova. Possiamo illustrare questa novità attraverso 3 nozioni:
- physis -> equivale al termine "natura", tuttavia noi moderni concepiamo la natura come l'insieme dei fenomeni fisico-chimico-biologici. In realtà in questo caso natura ha un altro significato, si può tradurre come "totalità del reale" cioè come l'insieme di tutti i fenomeni di cui l'uomo ha esperienza. I primi filosofi si chiamano filosofi del physis.
- archè -> significa "principio", lo vedremo nel suo significato parlando di Talete a partire da una pagina di Aristotele, capiremo così il suo significato. I filosofi greci non vogliono individuare solo l'origine del mondo, cerca anche quello ma archè non è esclusivamente quello. Archè è il principio da cui tutto deriva e in cui tutto si risolve (da cui tutto nasce e in cui tutto finisce/ritorna). È il princio non nel senso che prima c'era quello e poi c'è stato altro, ma è ciò che spiega la totalità del reale.
- lògos -> in generale il termine significa "parola", "discorso", ma in questo caso significa "ragione".

COS'E' LA FILOSOFIA

I 3 termini ci illustrano i 2 elementi di novità del pensiero filosofico:
- contenuto: è una forma di sapere con un contenuto diverso rispetto a forme di sapere precedente.
- metodo: il modo in cui i filosofi si interrogano sulla realtà è diverso da quello che caratterizza altre forme di sapere (ad esempio quella mitico-religiosa).
La filosofia non vuole spiegare un aspetto del reale, ma spiegare la totatlità del reale. Per questo i termini physis e archè sono molto importanti!
Mentre altre forme di carattere mitico-religioso avevano dei metodi per raggiungere la conoscenza, la filosofia intende spiegare la totalità del reale attraverso la pura ragione, attraverso il lògos.
TALETE
Questi 3 elementi attraverso i quali identifichiamo la novità della filosofia e i suoi connotati essenziali, possono essere rinvenuti in Talete, riconosciuto come primo filosofo.
Una testimonianza dice che Talete ebbe per primo il nome di sapiente (inteso come filosofo). Talete non aveva però a disposizione il principio archè, aveva a disposizione solamente physis e lògos. Egli non lascia nessuna cosa scritta, quindi conosciamo le sue idee attraverso testimonianze. Secondo Aristotele, Talete identifica l'archè con l'acqua (Aristotele dice che i primi filosofi hanno identificato l'archè in qualcosa di materiale. Dice che ci si chiede cosa succede alle cose dopo il processo di nascita crescita e morte, cos'è che nel mutamento permane, anche dopo la morte.