Dewey e l'educazione progressiva

Appunto inviato da caugiovanna
/5

Appunti di lezione e approfondimenti sull'educazione progressiva a partire dal pensiero di Dewey per finire con le sue applicazioni negli Stati Uniti e in europa. (32 pagine formato pdf)

Dewey e l'educazione progressiva
Vita e pensiero
Ancora prima di essere un "educatore" John Dewey è un filosofo che si è occupato di educazione.
Il filosofo fu spesso definito pedagogista, ma il termine non è da considerarsi giusto.
Egli infatti riteneva la pedagogia solo un tassello di un progetto democratico molto più vasto.
Dewey considerava infatti, l'educazione, il mezzo attraverso cui la società democratica doveva esprimere e perpetuare se stessa.
John Dewey nasce a Burlington nello stato del Vermont nel 1859. Qui si diploma e completa i suoi studi.
Inizia anche il suo primo incarico come insegnante di materie classiche, scienza e algebra. Nella cultura Americana dell'epoca prevaleva il "trascendentalismo"1ispirato da Emerson, questo stile di pensiero in aggiunta al kantismo ed hegelismo furono per lungo tempo il fulcro delle tendenze filosofiche. Molto importanti nella formazione filosofica di Dewey è appunto la conoscenza delle teorie hegeliane che il filosofo mischia a un naturalismo che costringe a definire queste tendenze "hegelismo dell'Hoaio". L'idea di fondo del naturalismo è “Non c'è realtà al di fuori di quella naturale. La natura viene divinizzata.”
1879-1883 Grazie alla collaborazione con la rivista di stampo hegeliano "The Journal of Speculative Philosphy" e sopratutto con l'importante amicizia di W. T. Harris, va a Baltimora per seguire dei corsi alla Johns Hopkins University, all'epoca di alto livello scientifico.