Storia della pubblicità: riassunto

Appunto inviato da kalanis
/5

Origini e storia della pubblicità: riassunto (12 pagine formato doc)

STORIA DELLA PUBBLICITA': RIASSUNTO

La pubblicità. L’uomo già al tempo dell’antico impero romano aveva trovato il modo di “pubblicizzarsi” attraverso disegni, ma la vera pubblicità nasce sicuramente nel XIX secolo.
Nell’800 infatti avvengono molti fenomeni importanti che portano alle forme più conosciute di pubblicità: l’industrializzazione su tutte, quindi l’aumento della produzione che porta di conseguenza all’aumento del mercato e alla diffusione di prodotti presso diversi ceti e luoghi (le colonie soprattutto).

Ecco così la possibilità di “farsi conoscere”, dovuta anche all’altra grande novità nel campo industriale: la nascita dei GRANDI MAGAZZINI (in Francia nel 1850 circa).
Un’altra novità importante è il cambiamento del sistema di stampa (dalla xilografia – matrice di legno o rame – si passa alla litografia – matrice di pietra) che porta a una tiratura maggiore e a costi minori, anche perché tali matrici erano più durature nel tempo.
Un ulteriore passo è la stampa a colore, elemento che aiuta molto la credibilità del prodotto pubblicizzato.

Breve storia della pubblicità

L'EVOLUZIONE DELLA PUBBLICITA'

I manifesti sono quelli più studiati da ricercatori e storici, nonostante sia solo una delle tante manifestazioni della pubblicità nell’800. Erano localizzati lungo le strade e sulle pareti ma erano sicuramente i meno utili e fattibili (si potevano bagnare, si sciupavano subito, il formato era ingombrante etc…). Gli altri tipi di mezzi pubblicitari erano:
- le figurine (prodotte a migliaia, piccole, maneggevoli e collezionabili)
- le cartoline (il cui pregio era il fatto che “viaggiavano” molto, quindi pubblicità più riuscita)
- i menù pubblicitari (nei ristoranti)
- i ventagli (che erano rivolti soprattutto al pubblico femminile)
- i calendari da parete, oppure i gadgets (penne, gomme, fazzoletti….)

Tema sulla pubblicità

BREVE STORIA DELLA PUBBLICITA': CENNI STORICI

Dove si sviluppa la Rivoluzione Industriale? In Gran Bretagna e in Francia.
In Italia, solo dopo l’unità (molto dopo!) Per lo sviluppo della pubblicità bisognerà aspettare il 1930 circa.
Parliamo ora dei fenomeni più importanti che, molti conseguenti agli altri, caratterizzano il 1800.
- avanzamento della borghesia, alla quale è riferita la maggior parte di pubblicità e prodotti
- movimenti operai e prime forme di previdenza sociale (mutuo soccorso)
- rapidi mutamenti a livello tecnologico e non (anche negli usi e costumi) che ancora non si sono arrestati.
- molte scoperte: macchina a vapore, elettricità, telefono etc…
Grazie a queste scoperte viene fomentato il MITO DEL PROGRESSO (scemato poi nel 900)
- anche in campo agricolo il livello di industrializzazione sale (aumenta la produzione e migliora la vita).
- nelle città c’è un forte inurbamento (che non è ancora quel forte movimento che c’è dalle campagne alle città).
- nascono le periferie urbane.

Tema sulla pubblicità e la sua influenza sui giovani

ORIGINI DELLA PUBBLICITA'

In alcune nazioni ci sono anche fenomeni particolari di città nate attorno a una fabbrica (in Inghilterra soprattutto, alcune zone anche in Italia).
- nasce la ferrovia (centro-nord principalmente), incremento del trasporto via mare
- Gli USA diventano sempre più importanti (il Mediterraneo invece perde importanza per riacquisirla solo recentemente).
- forte aumento demografico (meno mortalità infantile)

Ci sono dei fattori negativi quali: zone contrapposte a quelle più industrializzate in cui lo sviluppo era pari a zero, punti molto poveri, periferie urbane in condizioni pessima, sfruttamento lavoro, di donne e bambini, più “motivazioni” per guerre.