Gli imperi coloniali: riassunto

Appunto inviato da erik3blu
/5

Gli imperi coloniali: riassunto sull'espansione mercantile delle monarchie europee (2 pagine formato doc)

IMPERI COLONIALI

L’espansione mercantile delle monarchie europee. Fine XV sec. I primati dell’esplorazione spettano alla Spagna e al Portogallo.
La prima il 12 ottobre 1492 con le caravelle di Cristoforo Colombo approdò nelle americhe più precisamente a S.

Salvador nelle odierne Bahamas.
I marinai portoghesi invece circumnavigarono l’Africa (Vasco de Gama, 1498); successivi passi furono la colonizzazione delle coste dell’America e importantissimi insediamenti nel Brasile.

L'impero coloniale portoghese: riassunto

IMPERI COLONIALI SPAGNOLI E PORTOGHESI

Spagna - In questi secoli in Spagna regna Filippo II d’Asburgo. Grazie anche al pensiero assolutista del sovrano, l’obiettivo dei conquistadores non fu quello di uno sfruttamento razionale delle risorse ma dapprima cercarono di porsi come il braccio armato della controriforma cattolica. Ovviamente questa politica colpì i ceti produttivi e portò la piccola nobiltà, chiamata Hidalgos, a trascurare le attività agricole e commerciali, privilegiando invece la carriera militare. Così nonostante l’elevatissimo numero di possedimenti spagnoli, l’impero Asburgico non riuscì a raggiungere l’autosufficienza economica. I metalli preziosi estratti dal sud America finivano nelle mani delle potenze straniere che garantivano approvvigionamenti alimentari e artigianali, primi fra tutti i banchieri genovesi che lo storico Braudel ricorda come “Il Secolo Dei Genovesi”.

La storia degli imperi coloniali: riassunto

IMPERI COLONIALI EUROPEI

Una caratteristica di particolare rilievo assume il rapporto che i conquistadores ebbero con i nativi, in particolare con Aztechi, nel Messico, Incas, in Perù, e i Maya che vivevano tra il Guatemala, il Messico meridionale e Salvador. La conquista dei territori non aveva finalità alla valorizzazione del suolo ma un feroce accaparramento delle ricchezze minerarie, con le popolazioni locali ridotte in schiavitù. Oltre ai conquistadores furono anche le malattie europee a decimare le popolazioni amerinde.
Giocò un ruolo determinante anche la chiesa che con l’ideologia evangelizzatrice portata avanti da La Casas e Sahagun, cercò di denunciare e porre fine alle atrocità commesse dai conquistadores. Dall’altro canto abbiamo invece Josè de Acosta che disse che tutto ciò rientrava nei piani della Divina provvidenza, ossia alcuni regni(cristiani) ne dominassero altri (i pagani).

Storia dell'Europa nel 1500

GLI IMPERI COLONIALI RIASSUNTO

Olanda. Nonostante la ridotta espansione di questo paese ebbe un’espansione mercantile degna di nota. La sua capitale Amsterdam conquistò un ruolo strategico. L’Olanda commerciava con i paesi mediterranei, la Guinea,l’America, la Russia ed estendeva i suoi commerci fino all’estremo oriente. A differenza della Spagna i mercanti olandesi capirono subito l’importanza del commercio e, per questo, grazie alle somme guadagnate dai traffici commerciali, presero il posto dei banchieri. La figura del mercante-borghese occupò una forte rilevanza nella società.