Nascita ed evoluzione dei Comuni

Appunto inviato da michiamocosi Voto 7

Come nascono i Comuni nel Medieovo, Regno di Federico I Barbarossa, Federico II e il pontificato di Innocenzo III (4 pagine formato doc)

NASCITA ED EVOLUZIONE DEI COMUNI

Nascita ed evoluzione dei Comuni, Regno di Federico I Barbarossa e Federico II e Pontificato di Innocenzo III. I contadini iniziano a spostarsi nelle città a causa delle condizioni di vita, la popolazione cittadina aumenta. si verifica un cambiamento anche al vertice dell'amministrazione cittadina, quindi la figura del vescovo viene messa in discussione e viene sostituito con un altro organismo politico. In prima linea a questa lotta ai vescovi c'era il ceto dirigente cittadino (borghesia e l'aristocrazia fondiaria che preferiva vivere in città anzichè in campagna), in grado di leggere e scrivere e che aveva conoscenze in campo giuridico, che ritiene di rivendicare autonomia nei confronti dell'autorità vescovile. A volte si ricorre anche alla forza, vengono avviati processi rivoluzionari che portarono a un cambiamento alla giuda della città. Al comando della città vengono messe autorità laiche: i consoli.
Il termine comune deriva dal motto "fàcere comunem". Nell'opera di fàcere comunem hanno grande importanze queste nuove figure al vertice dell'ordinamento cittadino. I magistrati erano sempre 2 o più di 2, il consolato non prevedeva il governo di un console da solo, per questo i consoli erano sempre minimo 2. I consoli amministravano la giustizia, costruivano opere pubbliche, promulgavano leggi (le leggi promulgate dai comuni vengono chiamati statuti).

L'età dei Comuni: riassunto

LA NASCITA DEI COMUNI IN ITALIA

L'assemblea comunale (conventus o arengo)è un'assemblea di tutti i cives (cittadini) che, soprattutto nei casi di necessità, veniva convocata dai consoli, solitamente nelle piazze pubbliche. Poiché i cives erano molti, si decise di ricorrere ad assemblee più ristrette, definite consigli di credenza, che potevano essere in numero variabile. I  consoli erano i magistrati più importanti, ma non erano gli unici magistrati.
Il comune non esiste solo in Italia, esistono in tutta Europa, ma in Europa sono governati da un'autorità superiore, mentre in Italia settentrionale la mancanza di un forte potere monarchico (faceva parte dell'impero germanico ma i re in Italia non scendevano quasi mai o si disinteressavano della situazione politica della penisola).

Nascita dei Comuni: riassunto

COME NASCONO I COMUNI NEL MEDIOEVO

Con l'aumento demografico, si assiste sempre più spesso alla formazione di borghi, insediamenti che si sviluppano attorno alle città preesistenti, al di fuori della fascia muraria. Viene poi costruita una nuova cinta muraria che accolga anche i nuovi borghi formatisi.
La situazione dei comuni italiani va avanti così fino alla metà del XII secolo, quando nel 1152 viene eletto re di Germania (e quindi imperatore) Federico I Barbarossa (o Federico di Svevia), che si accorda con il Papa per l'incoronazione imperiale a Roma, nella cattedrale di San Pietro. L'incoronazione avviene nel 1155 quando l'imperatore arriva a Roma.