L'impero di Carlo Magno: riassunto

Appunto inviato da pignazz
/5

Breve riassunto riguardo l'Impero carolingio di Carlo Magno (2 pagine formato doc)

CARLO MAGNO IMPERO

Carlo Magno.

La conquista dell'Italia Carlo, re dei franchi dal 761, dopo aver riportato una schiacciante vittoria contro l'esercito musulmano, decide di attaccar battaglia contro i Longobardi. → Ripudia Ermengarda, figlia del re longobardo, che aveva preso in sposa per consolidare un'alleanza.
Quando Desiderio, re dei longobardi, invase i territori pontifici, Carlo Magno scese in campo con un potente esercito → Desiderio muore e Carlo si impone come “re dei franchi e dei longobardi”.
L'impero di Carlo è segnato da un desiderio di espansione verso est → conquista dei Germani ma perdita della Spagna e del Sud Africa
Inoltre, l'asse principale dell'impero di Carlo è impostato tra
- Roma → Sede del papato (Sacro Romano Impero)
- Aquisgrana → Capitale del regno.

Carlo Magno, Sacro romano impero e ordine feudale: riassunto

CARLO MAGNO RIASSUNTO

Le azioni militari
- I Sassoni. A settentrione il popolo dei sassoni era spesso entrato in conflitto con il regno dei franchi →  Carlo decide di passare all'attacco, non solo per sottomettere quei popoli, ma anche per convertirli al cristianesimo, la quale era, secondo il re, la vera religione.

Poco dopo il massacro dei prigionieri sassoni voluto dallo stesso re, quest'ultimo potè considerare la guerra come vinta e annettere i territori ottenuti al suo vastissimo impero.
- Gli Àvari. Gli àvari erano un popolo nomade, di origine turca ma imparentati con gli unni, provenienti da est. Anche essi tentarono più volte l'invasione dell'impero di Carlo, ma quest'ultimo li sconfisse, istituendo la marca avarica, che corrisponde all'attuale Austria.
- I Baschi. Nell'attuale Spagna alcuni potentati musulmani avevano chiesto aiuto a Carlo contro il potere musulmano di Cordova. Così l'esercito carolingio attaccò e, dopo aver vinto qualche battaglia, attaccò la città di Pamplona, rendendo così vano l'accordo con i musulmani.
Questa città era però sede di un popolo, i Baschi, che contrattaccarono distruggendo la retroguardia franca. Dopo qualche decennio Carlo riaprì la guerra, finché non gli vennero consegnati i territori a nord del fiume Ebro.

CARLO MAGNO E IL SACRO ROMANO IMPERO

I motivi delle vincite
- Grande evoluzione della cavalleria pesante
- Molti soldati
- Organizzazione in schiere da mobilitare in base al bisogno
- Utilizzo di carri per il trasporto di armi e viveri
- Allestimento di accampamenti invernali
Inoltre, il tempo di attesa per la partenza dei contingenti veniva limitata poiché:
- Le unità locali venivano preallarmate
- Venivano compilati degli elenchi dei partenti
- L'equipaggiamento e i viveri venivano calcolati con grande cura e sempre controllati
Infine, i generali potevano contare su una grande motivazione da parte dei soldati, poiché:
- Carlo divideva il bottino ai combattenti con generosità
- L'esercito carolingio aveva alle spalle molti successi.