Il Primo Dopoguerra

Appunto inviato da sabinomoriano93
/5

Riassunto semplice da studiare, ma ben fatto, sul Primo Dopoguerra. (4 pagine formato docx)

VERSAILLES 1919: LA SOCIETA' DELLE NAZIONI
I trattati di pace avevano lasciato un malcontento generale.
Il tentativo di stringere più in profondità le relazioni tra gli Stati impegnandosi nella definizione di un nuovo organismo sovranazionale, la Società delle Nazioni, fu un sostanziale fallimento.

IL PRIMO DOPOGUERRA EUROPEO (Clicca qui >>)


la Società tenne la sua prima conferenza a Ginevra il 15b novembre 1920. Il patto che la istituiva si fondava sui principi della sicurezza collettiva, della risoluzione pacifica della controversie internazionali, della riduzione degli armamenti.
La Germania aderì al patto nel 1926, ma si ritirò nel 1933 e la Società smise di svolgere la sua attività politica nel 1939.

IL PRIMO DOPOGUERRA ITALIANO (Clicca qui >>)


UNA PACE TROPPO PICCOLA, UN MONDO TROPPO VASTO
Ci fu una lunga fase di instabilità. il progetto dei vincitori era fondato su alcune priorità molto nette: il contenimento della spinta rivoluzionaria bolscevica, con la creazione di Stati cuscinetto come la Finlandia, l'Estonia, la Lettonia; il controllo delle Germania; la fondazione di nuovi stati nazionali su basi etnico-linguistiche, con il diritto dell'autodeterminazione dei popoli. Ma la pace si rivelò effimera. Le minoranze nazionali inglobate nei nuovi Stati multietnici sperimentarono modelli di convivenza resi molto difficili dall'intolleranza reciproca.

CRISI DEL PRIMO DOPOGUERRA IN EUROPA E IN ITALIA (Clicca qui >>)


LA RUSSIA DALLA RIVOLUZIONE AL COMUNISMO
La Russia doveva affrontare alcune difficoltà. I livelli della produzione industriale erano bassissimi mentre l'amministrazione statale era soffocata da una burocrazia inetta e corrotta. Milioni di morti, la fame e il freddo avevano portato ondate di scioperi nelle città e i contadini e gli operai rifiutarono la guerra e chiedevano condizioni di vita migliori.