La grande guerra

Appunto inviato da lisabignardi
/5

Tutta la prima guerra mondiale, prima e dopo (5 pagine formato docx)

Evento epocale che ha cambiato il corso della storia e dell’umanità.
Prima guerra che ha interessato tutto il mondo, sia in modo diretto che indiretto. Hobsbwam,famoso storico, ha scritto il saggio “Il secolo breve” dove dice che il 900 e l’età contemporanea è iniziata proprio con la prima guerra mondiale (1914) e finirà con il crollo del muro di Berlino (1989), ovvero il muro che divideva la città in Berlino Est e Berlino Ovest, quindi unione sovietica contro i paesi democratici.

TESINA DI TERZA MEDIA SULLA PRIMA GUERRA MONDIALE (Clicca qui >>)


La prima guerra mondiale, viene anche chiamata “La Grande guerra”, perché è stata la prima e soprattutto perché anche i civili sono stati interessati all’interno del conflitto in modo massiccio sia come uccisioni e perché loro dovettero affrontare un grande sforzo: le donne lavorano nelle fabbriche, gli uomini sono al fronte a combattere. Questa grande guerra fece 9 milioni di soldati morti e 5 milioni di civili.


RIASSUNTO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE (Clicca qui >>)


Con la prima guerra mondiale si sono dissolti i più grandi imperi del continente europeo (tedesco – austroungarico – ottomano – russo). La prima guerra mondiale è stata la conseguenze della precarietà degli equilibri internazionali che erano sorti nel congresso di Vienna (1814) poi nella Restaurazione, poi durante i cento anni di pace seguenti al congresso, sono successi dei moti (48 – 49) rivoluzionari, la grande depressione (metà dell’800) e poi la risalita con la seconda rivoluzione industriale, il colonialismo e l’imperialismo.

TESINA ONNICOMPRENSIVE CHE PARTE DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE (Clicca qui >>)


E tutto ciò portò un clima incandescente in Europa la competizione economica tra le potenze europee. Bisogna anche tenere conto che dalla seconda metà dell’800 in poi sono sorte delle nuove nazioni ma soprattutto è nata la GERMANIA, che era diventata una potenza economica fortissima, si era ormai imposta come una nazione che faceva concorrenza all’Inghilterra stessa sul piano della produzione e del commercio industriale.