Risorgimento

Appunto inviato da shiokochan
/5

Risorgimento: dalla Restaurazione al 1870 (1 pagine formato txt)

Il Risorgimento, o meglio, il periodo che va dalla Restaurazione al 1870, può essere diviso in tre parti:
 
1.
La prima parte è relativa alla situazione internazionale e si può dividere sostanzialmente in due grandi periodi:
a. Dal 1815 al 1848. E' un periodo caratterizzato dall'equilibrio europeo garantito dal Congresso di Vienna. Con esso inizia il periodo della Restaurazione, termine scelto per indicare il ritorno al trono dei cosiddetti "sovrani legittimi", spodestati durante l'espansione napoleonica.


L'arbitro europeo è l'Impero austriaco e lo statista che appare in grado di mantenere saldamente l'intesa tra le potenze antinapoleoniche per oltre 30 anni è Metternich, il cancelliere austriaco. 
b. L'equilibrio si rompe nel 1848.
Le rivoluzioni che scoppiano un po' in tutta Europa hanno tre fondamentali motivazioni: 
i. rivendicazioni sociali; 
ii. rivendicazioni nazionali; 
iii. trasformazione delle Monarchie assolute in Monarchie costituzionali. 
Non in tutte le rivendicazioni del 1848 sono presenti le stesse motivazioni.


In Francia è presente soprattutto la rivendicazione sociale (una nazione già c'è e c'è anche una Costituzione, emanata nel 1830, che tuttavia verrà poi soppiantata da una nuova Costituzione votata proprio nel 1848).
 
In molti territori dell'Impero austriaco insorgono varie comunità nazionali che pongono al centro delle rivendicazioni la questione di un nuovo regime di rapporti con l'Impero (popoli slavi e boemi in particolare), o una propria indipendenza (Ungheria) o l'aspirazione al compimento di una nuova unità nazionale (la I guerra d'indipendenza in Italia).