Caratteri principali dell'impero napoleonico

Appunto inviato da suonatorejones
/5

dettagliata descrizione dei caratteri principali dell'impero napoleonico, dalla presa di potere al declino (8 pagine formato doc)

Caratteri principali dell'impero napoleonico - Napoleone Bonaparte (Ajaccio, 15 agosto 1769-Isola di Sant'Elena, 5 maggio 1821) nacque da una famiglia di piccola nobiltà.

Frequentò le scuole militari di Brienne e di Parigi, uscendone tenente di artiglieria nel 1785. Divenne generale dopo l'assedio di Tolone (1793) e dopo termidoro fu arrestato per i suoi sentimenti repubblicani e l'amicizia con il fratello di Robespierre.

Leggi anche L'impero di Napoleone in sintesi

Nel 1795, grazie alla sua relazione con Giuseppina Tascher de la Pagerie, si avvicina a Paul Barras, membro del Direttorio, e riesce a ottenere il comando dell'armata d'Italia, che portò a termine con successo. La Campagna d'Egitto (1798-99)
Nella primavera del '98 fu incaricato di organizzare una spedizione contro l'Egitto per colpire gli interessi commerciali inglesi in Oriente e il Direttorio affidò questo incarico a Napoleone anche perchè probabilmente voleva allontanare da Parigi il generale corso, divenuto molto potente.

Leggi anche Le date importanti di Napoleone

Le doti da comandante per il quale era diventato famoso Napoleone in Italia si fondavano principalmente su 5 elementi:
1 - nell'organizzazione di ogni campagna curava ogni particolare e si documentava con libri storici, geografici e toponomastici; elaborava un complesso piano militare tenendo in considerazione ogni possibile situazione, piano che però era pronto a cambiare per far fronte a qualsiasi imprevisto.
2 - era attentissimo alla protezione del segreto militare: diffondeva false notizie ai giornali riguardo alle sue manovre militari, alcune settimane prima degli spostamenti importanti chiudeva le frontiere francesi, elaborava piani fittizi e offensive secondarie.


Leggi anche Riassunto su Napoleone primo console

Tutto allo scopo di ingannare e sorprendere i nemici.
3 - al momento dello spostamento una cortina di cavalleria leggera si schierava intorno alle forze così da coprire la linea di marcia e proteggere quelle di comunicazione. Inoltre cambiava continuamente la composizione delle sue forze principali.
4 - creò il sistema dei corpi d'armata, formazioni che permettevano all'esercito di muoversi in gruppi divisi, con vantaggio per i rifornimenti e per la velocità del movimento.
5 - capì l'importanza del morale dell'esercito per conseguire la vittoria e riteneva che in guerra il morale sta al fisico in rapporto di tre a uno.