La Seconda guerra mondiale e la Guerra fredda: riassunto

Appunto inviato da jacoposquitieri
/5

La storia della Seconda guerra mondiale e le sue conseguenze, la Guerra fredda (2 pagine formato doc)

SECONDA GUERRA MONDIALE E GUERRA FREDDA: RIASSUNTO

La seconda guerra mondiale.

La seconda guerra mondiale ha inizio quando Hitler invade la città polacca di Danzica
questo fatto determina la scesa in campo di francia e regno unito in difesa della polonia
ma anche la scesa in campo dell'unione sovietica che aveva stretto un patto con la germania.
La germania conquistò norvegia e danimarca assicurandosi due posizioni strategiche marittime e aeree.
Dopo il fallimento di alcuni attacchi inglesi alla norvegia hitler attaccò finalmente la francia
la sua strategia prevedeva di attaccare passando per le ardenne che i francesi avevano lasciato sguarnite in quanto ritenevano quel territorio impraticabile dai carri armati e avevano posizionato le truppe ai confini. Questo rese la campagna tetesca in francia molto efficace e dopo 6 settimane la francia cadde e hitler costrinse i francesi a firmare un trattato di resa nello stesso luogo dove la germania lo firmo dopo la sconfitta della prima guerra mondiale.
La resa divise la francia in due , la parte nord controllata dai tedeschi e la parte sud sotto il controllo francese a vichy.

Conseguenze della Seconda guerra mondiale: riassunto

LE CONSEGUENZE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO

Sconfitta la francia la gran bretagna restava da sola contro la germania. Hitler cominciò a preparare il piano leone marino ammassando tutte le forse aeree in francia per poi lanciare attacchi ripetuti sull'inghilterra. Questo piano non riuscì a far capitolare l'inghilterra. Nel frattempo era diventato primo ministro inglese Winston Churchill .
Intanto l'italia , che non era riuscita a farsi strada in francia, decise su iniziativa personale del duce di attacare la gracia senza avvertire hitler. Mussolini puntava sull'impreparatezza presunta dell'esercito greco. Questa supposizione si rivelò infondata e la resistenza greca fu molto accanita e questo portò l'esercito italiano a retrocedere e a dover chiedere l'intervento del furer.
Dopo questo fallimento la campagna greca ottenne il risultato inverso per l'italia ovvero la perdita di prestigio internazionale e un indebolimento dell'esercito gia poco organizzato. Hitler aveva ormai sistemato la situazione greca e aveva fatto alleati nell'est europa ma un colpo di stato a belgrado costrinse hitler ad invadere la jugoslavia e a conquistare la grecia sbaragliando le forze alleate inglesi.
Nonostante le diversioni dai piani stabiliti l'esercito tedesco era oramai al massimo del suo potere e si preparava ad attaccare l'unione sovietica violando il patto molotov-ribbentrop. Se pur impegnato in estenuanti trattative diplomatiche come quella della firma del patto tripartito tra germania italia e Giappone, hitler riusci comunque a lanciare l'enorme operazione barbarossa che decretava la rottura del patto di non aggressione con l'unione sovietica.
L'operazione barbarossa iniziò molto bene per i tedeschi che conquistarono molti dei paesi ai confini dell'urss. dopo una splendida campagna tesesca ,stalin sembrò disperato ma fu allora che hitler commise il primo errore, invece di attaccare mosca ,come suggeritogli da alcuni dei suoi generali, per stroncare il morale degli avversari , decise di attaccare leningrado.

L'Italia nel secondo dopoguerra: riassunto

COME FU DIVISA L'EUROPA DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE

Nonostante la vittoria riportata a leningrado l'esercito cominciava a risentire delle perdite e inoltre il tempo virava all'inverno al quale le truppe tedesche non erano preparate, così quando hitler decise di attaccare mosca per completare la conquista, stalin richiamo le truppe da leningrado e schierò numerose divisioni siberiane rafforzando così mosca.
L'esercito tedesco subi una battuta di arresto. Una controffensiva da mosca parti nel pieno dell'inverno e respinse i tedeschi per centinaia di chilometri.
Poco dopo hitler commise il suo secondo errore, invece di attaccare due postazioni strategiche per i rifornimenti, divise l'esercito per attaccare stalingrado. Qui le sue truppe vennero accerchiate e cominciarono una lotta di difesa senza soste, hitler fu costretto a chiedere rinforzi all'altra parte dell'esercito che però venne intercettato e sbaragliato dai sovietici.
Qualche tempo dopo l'esercito tedesco sotto assedio a stalingrado si arrese.
Nonostante una tentata controffensiva contro i sovietici i tedeschi vennero respinti fino ai confini dalle forze corazzate sovietiche.
Nel frattempo l'italia aveva perso tutte le colonie in africa e gli alleati sbarcarono in sicilia.
Il re allora destitui Mussolini e lo fece arrestare , venne rimpiazzato da badoglio che firmo l'armistizio con gli alleati. Hitler che aveva previsto una resa dell'italia si organizzò per liberare mussolini e instituire una linea difensiva tedesca in italia.
L'offensiva tedesca in italia fu fulminea e riusci a disarmare l'esercito per poi ripiegare al nord dove si instituì la repubblica di salò.
Contemporaneamente in francia avveniva lo sbrco degli alleati sulle coste della normandia che nel giro di due mesi liberò la francia. Contemporaneamente in italia gli alleati avevano liberato roma.
Hitler , complici alcuni errori tattici degli alleati, lanciò un ultima offensiva sulle ardenne ma verso l'inizio del 45 era ormai stata stroncata e hitler fu costretto a retrocedere.
L'unione sovietica aveva ormai riconquistato i suoi territori e arrivata al confine della germania decise di aspettare prima di lanciare l'offensiva su berlino e si occupo del rastrellamento delle ultime forze tedesche nel territorio.
Anche gli alleati , compresi gli americani, arrivarono in germania e si arrestarono tutti nelle vicinanze di berlino preparando l'assalto finale, durante l'avanzata avevano liberato molti campi di concentramento e arrivarono al fiume elba si incontrarono con i russi.
L'attacco su berlino durò poco, hitler si era suicidato nel suo bunker e la resistenza ando in pezzi nel giro di qualche settimana e il 7 maggio 1945 la germania firmò la resa.
Nel frattempo nel pacifico erano avvenuti molti eventi importanti, l'attacco giapponese su pearl harbour aveva decretato la scesa in guerra degli stati uniti alleati con la gran bretagna.
Il giappone aveva attaccato la manciuria cinese e la russia gli aveva dichiarato guerra , ma il conflitto venne bruscamente interrotto dagli americani che, desiderosi di vendetta per gli attacchi giapponesi , sganciarono le due bombe atomiche sulle città di hiroshima e nagasaki mettendo in ginocchio il giappone che accettò la resa incondizionata ponendo fine al conflitto mondiale che perdurava da 6 anni.

Il secondo dopoguerra in Europa: riassunto

SECONDO DOPOGUERRA IN EUROPA: GUERRA FREDDA

Guerra fredda. la guerra fredda non fu una vera e propria guerra come la si intende normalmente , ovvero non vi fu mai un vero e proprio conflitto ma fu una guerra ideologica. Questa “guerra” ideologica è nata dalle 2 piu grandi potenze mondiali , stati uniti e unione sovietica con i rispettivi gruppi di influenza a occidente ed oriente.
Il vero e proprio conflitto non scoppio mai per la “ deterrenza nucleare” ovvero entrambe le potenze erano a disposizione di armamenti nucleari ,dopo la seconda guerra mondiale, ed entrambe erano spaventate dalle possibili conseguenze di un attacco nucleare.