Riassunto sulla politica interna ed estera di Cavour

Appunto inviato da xsascia
/5

riassunto che descrive la politica interna e estera di Cavour (2 pagine formato doc)

Riassunto sulla politica interna ed estera di Cavour - LEZIONE DEL 31/01/2005 Storia (1855 circa) Cavour ha introdotto elementi per l'agricoltura, sviluppa anche le industrie già esistenti e sviluppa in particolare quelle tessili e fonda anche la Banca Nazionale per concedere prestiti agevolati alle industrie.
Mise delle imposte progressive anche sulle proprietà terriere e favori il commercio con dei dazi che erano i più bassi d'Europa, cosi fece in modo che gli altri paesi transitavano i loro prodotti verso l'Italia. Nel porto di Genova il traffico divenne più intenso e anche la rete stradale e ferroviaria venne sviluppata.

Leggi anche La politica di Cavour e l'impresa italiana


Insieme a Ratazzi nel 1855 ha proposto la legge sui conventi la quale prevedeva l'abolizione degli ordini religiosi competitivi (si dedicano solo alla preghiera), di questi ne incamerano i beni usandoli cosi per il clero(altri ordini) e di conseguenza tolgono un peso allo Stato.
Lezione del 2/02/2005 Cavour non aveva nessun appoggio (né di destra né di sinistra né dal Re).

Leggi anche Ricerca sulla vita e attività politica di Cavour

Prima voleva fare un progetto con uno Stato dell'Italia settentrionale e poi costituire L'unità d'Italia. X fare qsto però aveva bisogno di far uscire il Piemonte dallo stato d'isolamento in cui si trovava, quindi gli serve l'aiuto della Francia e dell'Inghilterra che però hanno contrasti fra di loro perché Luigi Napoleone era salito al trono con l'aiuto del partito Bonapartista e poi anche dei Repubblicani e dei Democratici ma poi si era schierato alle classi della Borghesia e del Clero e sarebbe dovuto rimanere al potere solo per 4 anni, ma per non perdere il potere approfitta dell'appoggio della grande parte della popolazione e cosi fece un colpo di stato e attraverso 2 plebisciti si fa nominare presidente per 10 anni e poi con un altro plebiscito prende il titolo d'imperatore con il nome di Napoleone III e cosi implicitamente come suo successore Napoleone Eugenio figlio di Napoleone e Maria Luisa d'Austria.

Leggi anche Tesina su Camillo Benso Conte di Cavour

A qsto punto riporta l'impero in Francia e qsto preoccupava l'Inghilterra. Infatti riorganizza l'esercito, ne costituisce uno Stato Accentrato, istituisce la censura sulla stampa, fa deportare in Algeria e nella Gugliana i suoi avversari. La situazione economica della Francia però e buona anche perché affluisce l'oro della California che consente degli investimenti e poi la sua popolarità è enorme perché i contadini dono diventati dei piccoli proprietari terrieri e perciò sono a favore.

Leggi anche Le riforme di Camillo Benso Conte di Cavour

In qsto periodo realizza anche l'esposizione Internazionale a Parigi nel 1855, realizza il taglio dell'Istmo del canale di Suez, il traforo Monterismo, per dare lavoro agli operai ha battuto tutti i quartieri popolari costruendo quartieri moderni ed eleganti, ha creato anche l'illuminazione a gas pubblica insomma a fatto di Parigi una città moderna. A favore dei lavoratori ha fatto delle leghe sociali (legislazione sociale, ammiratore anche di Saint-Simon). Fa anche un trattato di commercio con l'Inghilterra sia che politica interna che esterna si ispira al “Grand èrè” francese.