Il ruolo delle donne nella Grecia antica: ricerca

Appunto inviato da eufigo2
/5

Ricerca sulle donne nella Grecia antica: la vita quotidiana, il matrimonio e le società strutturate in "case separate" spiegate nell'Iliade e nell'Odissea e descrizione della casa omerica (3 pagine formato doc)

IL RUOLO DELLE DONNE NELLA GRECIA ANTICA: RICERCA

La vita quotidiana della donna nella Grecia antica.Quasi tutte le informazioni scritte che possediamo sulla sull'Antica Grecia sono opera di uomini.

Raramente abbiamo notizie dal punto di vista della donna. Qualche cosa sappiamo sulla vita delle donne delle famiglie ricche; e di donne molto differenti, come schiave ed ex schiave che si esibivano nelle feste degli uomini. Ma le donne di questi due gruppi sono solo una piccola parte della popolazione femminile. La storia delle donne greche comuni è per noi alquanto misteriosa.

Vita nell'ombra. Platone affermava che molte donne avrebbero dovuto essere istruite come gli uomini e considerate alla pari. Questa idea era ostica alla maggior parte dei Greci. Persino le donne, temeva Platone, avrebbero rifiutato il pensiero di condividere il mondo degli uomini. Le donne erano abituate a una "vita nell'ombra", ma cosa significava? Su molti vasi greci gli uomini sono mostrati con pelle scura e le donne con la pelle chiara. Malgrado ciò esageri le differenze fra i due sessi, le donne nella vita reale erano molto più pallide degli uomini.

Le donne nell'antica Grecia


IL RUOLO DELLE DONNE ATENIESI

Questo perché la pelle delle donne prendeva molto meno sole di quella degli uomini. Le donne stavano molto più in casa, e quando uscivano indossavano spesso lunghi mantelli e cappelli, per nascondersi agli occhi degli uomini, e quindi, dal sole. Essere pallida era di moda per una donna: ciò indicava che proveniva da una famiglia agiata, al contrario, la pelle scura era segno che una donna lavorava al sole, in un mercato o in un campo, cosa che facevano solo le donne povere. Molte donne greche avevano un'altra importante ragione per stare in casa: era questo il luogo in cui i loro mariti volevano che stessero, ma cosa faceva la donna in casa? Se apparteneva ad una famiglia ricca, controllava gli schiavi mentre svolgevano i lavori domestici e per il resto del tempo chiacchierava con le sue parenti. Un anonimo autore si lamentava delle donne benestanti che stavano mollemente sedute senza far niente.

La condizione delle donne nell'antica Grecia e nell'antico Egitto


LE DONNE GRECHE NELL'ANTICHITA'

Le donne di condizioni più umili preparavano i pasti e facevano le pulizie, ma non effettuavano le compere, un compito affidato agli schiavi. Le donne crescevano i figli finché non erano abbastanza grandi per andare a scuola. Le femmine generalmente non andavano a scuola, ma imparavano a tenere una casa aiutando la madre. Ad alcune bambine veniva insegnato a leggere e a scrivere, per lo più dalle loro madri, ma gli uomini potevano aver da ridire su questo: una donna istruita avrebbe avuto troppo potere! Un personaggio maschile in una commedia diceva: "Insegnare ad una donna le lettere? E' un grave errore! Come dare altro veleno ad un pericolosissimo serpente velenoso."Alle donne ricche, tuttavia, era permesso uscire qualche volta: le feste religiose erano occasioni per incontrarsi, ma anche qualche particolare avvenimento della famiglia, come ad esempio la nascita di un bambino. La struttura in case separate dell'Iliade e dell'Odissea.

La condizione sociale della donna egizia: tesina


LA FAMIGLIA NELL'ANTICA GRECIA

Nell'Iliade e nell'Odissea di Omero vengono descritte molto bene le società strutturate in "Case separate". Innanzitutto bisogna capire il significato del termine casa, che in greco si diceva oikos; la casa era un elemento simbolico che rappresentava: la casa stessa, il suo contenuto, il proprio pezzo di terra e il bestiame. La casa omerica è un oggetto simbolico, ma è innanzitutto l'abitazione, "Ben costruita è un insieme di elementi anch'essi "Ben costruiti".