L'eredità della Grande Guerra

Appunto inviato da kikka483
/5

Analisi delle conseguenze della prima guerra mondiale in Italia e in Europa (2 pagine formato doc)

La guerra era stata la più grande esperienza di massa mai avuta nella storia dell'umanità.
Tornati alla vita civile, i reduci fecero fatica a ritornare alle loro vecchie abitudini anche perché si trovarono sconvolti dal momento in cui le donne cominciarono a prendere i loro posti nelle industrie. E così si assistette ad un cambiamento sia nella mentalità che nei costumi. Sorsero delle associazioni di ex combattenti i quali dichiaravano di essere pronti a mobilitarsi per difendere i propri diritti e i propri ideali.

Intanto si andava verso una massificazione della politica accentuata dallo sviluppo delle manifestazioni a cui partecipavano tutti i cittadini. Oltre questi avvenimenti si ebbero de dissesti finanziari che colpirono la maggior parte delle potenze, esclusi gli USA.
I governi avevano risolto il bisogno di denaro introducendo l'inflazione:furono aumentati i prezzi. Ma questa soluzione provocò scontenti tra la popolazione e così i governi decisero di mantenere bassi almeno i prezzi dei beni primari.

IL BIENNIO ROSSO

Tra il '19 e il '20 l'Europa fu toccata da scioperi e agitazioni di operai che rivendicavano l'aumento salariale e la giornata lavorativa di 8 ore.
Le lotte non si limitarono solo a rivendicazioni sindacali;il potere nelle fabbriche passò nelle mani di consigli operai nati sulla base dei soviet russi. In Germania i consigli di operai e soldati occupavano le fabbriche e le sedi dei giornali,imponevano le loro condizioni allo Stato. In Austria spinsero ad una rivoluzione,senza esito. In Ungheria fu creata la Repubblica Ungherese dei Soviet che ispirava ad allargare l'esperienza rivoluzionaria anche in Austria,ma il tentativo fallì. In Italia ci fu soprattutto un'ondata rivoluzionaria contro il caroviveri e nel frattempo si ingrossava l'occupazione delle terre.