Le conseguenze della Guerra fredda: schema riassuntivo

Appunto inviato da lusewen
/5

Schema riassuntivo delle cause e conseguenze della Guerra fredda (2 pagine formato doc)

CONSEGUENZE DELLA GUERRA FREDDA

Guerra fredda. La guerra fredda fu uno stato di continua tensione fra USA e URSS che non giunse mai a sfociare in uno scontro frontale.

Fu una guerra diplomatica psicologica e propagandistica ricca di minacce, insulti, accuse e provocazioni. La guerra fredda si protrasse fino agli anni ottanta alternando fasi di tensione e periodi tranquilli.
Verso la metà degli anni ’50 la tensione fra le due potenze fu particolarmente acuta infatti entrambe le nazioni mantennero mobilitati potenti eserciti e furono rinnovati gli armamenti per assicurarsi la supremazia militare.

DOPO GUERRA: Inghilterra e Francia : erano state indebolite molto dalla guerra Germania e Italia: la sconfitta le aveva rese deboli e inoffensive
Spagna e Portogallo: erano ancora sotto la dittatura di Franco e Salazar

Tema sulle cause e conseguenze della Guerra fredda

GUERRA FREDDA SCHEMA RIASSUNTIVO

Il Mondo era in mano alle uniche due nazioni che erano uscite rinforzate dal conflitto:
USA: Possedevano armamenti nucleari. Inoltre non avevano subito bombardamenti nel loro territorio e la loro moneta era fortissima.
URSS: Il suo prestigio era accresciuto dopo la vittoria sul nazismo.
L’armata rossa era il più grande esercito di terra del mondo ma la Russia non poteva competere con gli USA ne in campo militare (priva di armamenti nucleari) ne in campo economico. Poco tempo dopo anche la Russia costruisce armamenti nucleari

Piano Marshall: Gli Usa temevano un’aggressione sovietica all’Europa indebolita e per impedire l’espansione del comunismo gli americani aiutarono a riemergere economicamente gli stati europei più vicini alla Russia prestando loro denaro.

La Russia a sua volta ha paura del diffondersi del capitalismo e impone agli stati satellite di chiudere le frontiere.

Inoltre furono limitati gli scambi di informazioni e i commerci.

In questo periodo nascono due nuove organizzazioni militari:

NATO: organizzazione militare a cui aderirono Usa, Canada e Quasi tutta l’Europa.

PATTO DI VARSAVIA: Alleanza militare del Urss con quasi tutti con tutti gli stati asiatici.

Le origini della Guerra fredda

ORIGINI GUERRA FREDDA

Nel Mondo si diffondeva la paura di una terza guerra mondiale ma gli unici scontri fra Usa e Urss furono per fortuna indiretti (guerra di Corea, la crisi di Cuba, la guerra di Vietnam):
- La guerra di Corea: nel 1945 la Corea era stata divisa lungo la linea del 38° parallelo in due parti una filoamericana e una filocomunista. Nel 1950 tra le due parti scoppiò un conflitto e gli Usa vennero in soccorso della repubblica del sud mentre i sovietici aiutarono la quella meridionale. La guerra si concluse dopo tre anni senza mutamenti territoriali ma con più di un milione di vittime.
In Urss intanto la Guerra fredda aggravo la situazione perché gli oppositori politici venivano rinchiusi in campi di concentramento e fu impedita ogni forma di contatto con l’occidente. Anche in America la paura nata dalla guerra fredda portò a una forte limitazione di libertà di pensiero (ad esempio i comunisti vennero emarginati e perseguitati). La caccia ai comunisti fu detta “caccia alle streghe”

Guerra fredda: sintesi breve

GUERRA FREDDA RIASSUNTO BREVE

Dopo la morte di Stalin (1953) la guerra fredda si attenuò e le due potenze cercarono di accordarsi per una coesistenza pacifica cioè Usa e Urss potevano coesistere pacificamente e competere tra loro no con la guerra ma in campo scientifico, tecnologico, economico.
Questo patto fece diminuire il pericolo di una terza guerra mondiale ma non eliminò i contrasti fra le due potenze, inoltre nel 1961 venne costruito il famoso muro di Berlino che divise la città in due parti per impedire la fuga dei tedeschi dell’est verso il più ricco ovest.
La crisi di Cuba: nel 1959 un giovane rivoluzionario di nome Fidel Castro dopo sei anni di guerriglia riuscì a rovesciare la dittatura di militare di Fulgenzio Batista (sostenuta dagli Stati Uniti) e subito avviò una riforma agraria confiscando le terre ai proprietari americani per regalarle ai contadini. Allora gli Stati Uniti risposero bloccando gli acquisti di zucchero per rovinare l’economia cubana e appoggiò lo sbarco di contro rivoluzionari cubani sull’isola. Ma tutto fu inutile e Fidel Castro proclamò Cuba repubblica comunista accettando la protezione militare dell’unione Sovietica.