Riforma protestante di Lutero

Appunto inviato da scajax
/5

Riforma protestante di Lutero: riassunto di storia moderna sui principi teoretici e teologici di Lutero, sui fatti politici e sui contrasti religiosi avvenuti in Francia (8 pagine formato )

RIFORMA PROTESTANTE DI LUTERO

La Riforma Protestante di Lutero. Il 1500 è il secolo di ferro, perché si combattono molte guerre e si usa il ferro.

In Europa, contemporaneamente alle guerre d'Italia, avviene la riforma protestante. È una protesta religiosa con, in più, motivi economici; il motivo principale è quello religioso. I motivi religiosi sono:
1) La sensibilità religiosa: nel secolo precedente ci sono state critiche alla Chiesa, e perciò ci sono masse popolari che chiedono una religione più semplice e chiara.
Le persone più umili non capiscono i ragionamenti teologici e si vuole una Chiesa più semplice;
2) La corruzione del clero: secondo alcuni storici, questo è il motivo principale, mentre adesso non lo si ritiene più, perché la corruzione c'era già stata prima del 1500;
3) La decadenza della Chiesa: dal 1300 c'è la crisi del papato, che è sottoposto al re di Francia, quindi non è più una figura autoritaria ed autorevole, e così non riesce bene a controllare tutto;
4) La crisi della Scolastica e confusione dogmatica: la Scolastica è la posizione della Chiesa e si rifà a San Tommaso d’Aquino (oggi, con Benedetto XVI, c'è un ritorno alla linea della Scolastica). San Tommaso aveva posto dei dogmi che non erano capiti; inoltre, alcuni vescovi sostenevano cose che non sostenevano altri.

Lutero e Calvino: differenze

RIFORMA PROTESTANTE RIASSUNTO

I motivi economici sono:
1) Il fiscalismo Romano: la Chiesa richiedeva tasse su tutti i territori cristiani, e ciò viene visto come decadenza del clero - c'è un sentimento diffuso di anticlericalismo;
2) La riforma e affermazione dello Stato: il potere non è frammentato ma diventa unico (lo Stato). Crescendo il potere dello Stato, la Chiesa gli si oppone. Il protestantesimo si diffonde di più dove c'è un potere laico. I principi luterani si erano opposti a Carlo V politicamente e religiosamente;
3) I conflitti sociali: malcontento del popolo.

Martin Lutero e la Controriforma cattolica: riassunto

RIFORMA PROTESTANTE CAUSE

La riforma protestante ha inizio con Martin Lutero, un suddito della Sassonia. Federico di Sassonia era il pretendente al trono insieme a Carlo d'Asburgo (che poi diventò Carlo V). Il territorio è lo stesso. Lutero era figlio di un minatore, ricco, e così ha permesso che il figlio potesse diventare un notaio. Poi, nel 1505, entra nel monastero dei Frati Agostiniani, perché era terrorizzato di non potersi liberare dal peccato. Legge molte scritture, ma ciò non lo solleva lo stesso. Diventa sacerdote e docente all'università di Vittenberg (fondata da Federico di Sassonia), e per questo assume importanza: nel 1510 va dal Papa come ambasciatore dei Frati. Alcuni storici dicono che il viaggio a Roma lo ha spinto a fare la riforma, ma non è così.