Schema sull'età giolittiana

Appunto inviato da ilariamarengon
/5

schema sugli anni del governo Giolitti (2 pagine formato doc)

Schema sull'età giolittiana - Età giolittiana - 1901 vittotio emanuele III chiama al governo Zanardelli(sinistra radicale) che affida il ministero degli interni a Giovanni Giolitti, il quale divenne poi nel 1903 presidente del consiglio e governò fino al 1914. 
Convinto che lo stato liberale dovesse aprirsi alle classi popolari, avviò la sua opera per una forte ripresa del sistema economico trainato dalla produzione industriale e dal commercio internazionale.
Liberale riformista, salvaguarda l’autorità dello stato senza forzare nè tentando di impedire il corso degli eventi. accompagna la trasformazione della società italiana senza mutarne il corso per un generale progresso.


Leggi anche Età giolittiana in sintesi

Il successo di Giolitti quindi deriva dal un andamento economico favorevole, all’ azione legale delle organizzazioni di massa e da una situazione internazionale di equilibrio e crescita.
Chiede il riconoscimento giuridico per le Camere del lavoro, il non intervento dello stato nei confronti dei conflitti capitale-lavoro. Sostiene come necessari i miglioramenti salariali dei lavoratori, l’ascesa delle classi popolari secondo i principi d’uguaglianza. 

Leggi anche La politica interna di Giolitti

Come ministro applica il principio di neutralità nelle lotte del lavoro aumento delle retribuzioni.
Appoggia alcuni punti del partito socialista (libertà di parola, stampa, riunione, associazione; riconoscimento giuridico dei sindacati) e invita Turati, ottenendo un rifiuto.
Difatti i movimenti politici (origine risorgimentale) liberali (gruppi personalistici) erano ostili a giolitti, i radicali ormai erano pochi e deboli, i repubblicani avevano ceduto molto ai socialisti.