Riforma protestante: cause e conseguenze

Appunto inviato da lauramorbiato96
/5

Spiegazione delle cause, conseguenze e sviluppi della Riforma protestante promossa da Martin Lutero (2 pagine formato doc)

RIFORMA PROTESTANTE: CAUSE E CONSEGUENZE

La Riforma protestante.

La Riforma Protestante promossa da Martin Lutero si espande anche al di fuori dell’Europa e ha risvolti politici.
Il pretesto per la sua diffusione era l'usanza di vendere le indulgenze da parte di Leone X, per l'esigenza di completare la cappella sistina.

Martin Lutero pubblicò 95 tesi in cui contestava la chiesa cattolica e poneva le basi per la chiesa protestante.
Appese il documento sulla porta della cattedrale di Wittenberg e lo inviò al Papa. Il Papa lo lesse e reagì con una bolla papale in cui l'immediato ritiro della riforma e quando Lutero si rifiutò di farlo bruciando la bolla papale, lo scomunicò chiedendo a Carlo V, imperatore dell'impero asburgico, di eseguire l'ordine.
Per Carlo V c'erano solo due possibilità: condannare Lutero e agire come cristiano o dargli un salva condotta e salvare l'unità imperiale. Alla fine decise per il salva condotta.

Tema sulla riforma protestante: cause e conseguenze

CAUSE DELLA RIFORMA PROTESTANTE DI MARTIN LUTERO

In più circostanze era stato chiesto alla chiesa cattolica un concilio ecumenico per riorganizzare le cose ma la chiesa rimandò sempre fino a che non divenne assolutamente necessario. La riforma fu fatta anche in risposta a questa esigenza.
La riforma protestante non si afferma improvvisamente, tra i suoi prosecutori si possono riconoscere:
•    San Francesco e in generale tutti i movimenti pauperistici.
•    Luigi pulci che scrive un poema cavalleresco in cui contrasta (il Morgante) la Chiesa, grazie alla protezione di Lorenzo il magnifico.
•     Jean Hus, un sacerdote boemo che critica le gerarchie ecclesiastiche dicendo che non rispecchiano le idee di Dio.
•    Paolo Giustiniani e Pietro Quirini, due veneziani che affermano nel Libellus ad Leonem X che tutti gli ecclesiastici di Venezia dovevano essere giudicati da tribunali laicie non da corti ecclesiastiche.
Tutto ciò precedette Lutero o gli fu contemporaneo. Lutero si distingue dai suoi precedenti perché rimette in discussione anche i dogmi della fede e non solo le gerarchie ecclesiastiche.

Martin Lutero e la riforma protestante: riassunto

CONSEGUENZE DELLA RIFORMA PROTESTANTE IN EUROPA

La Riforma protestante
La riforma dice che le sacre scritture non devono essere filtrate dagli esponenti della chiesa ma devono essere lette individualmente. Lutero per primo tradurrà la Bibbia in tedesco per rendere ciò possibile.
Tutta la filosofia di Luteri ruota attorno al senso della colpa e dell’espiazione: l’uomo si è irrimediabilmente macchiato del peccato originale e non potrà mai guadagnarsi la salvezza con le proprie forze ma potrà essere salvato solo da Dio.
Verrà cancellato anche il sacramento della riconciliazione perché un uomo peccatore non può in alcun modo salvare un suo simile e siccome nulla di ciò che l’uomo fa può renderlo meritevole davanti agli occhi di Dio, la mediazione della Chiesa non ha più senso.

Riforma protestante: riassunto

CAUSE DELLA RIFORMA PROTESTANTE: RIASSUNTO

Tutti gli uomini devono essere coerenti e rispettosi delle leggi perché la penitenza di un cristiano doveva coincidere con la sua intera vita. Una buona condotta è di per sé appagante.
Vengono rivisti anche tutti gli altri sacramenti: si salvano solo il battesimo e l'eucarestia.
Lutero parla di sacerdozio universale, secondo cui ogni uomo può essere sacerdote per se stesso, e il pastore protestante svolge solo un lavoro, con orari ben definiti e per questo può sposarsi e condurre una vita normale.