Alto Medioevo: caratteristiche

Appunto inviato da
/5

Alto Medioevo: economia, società, sistema politico e cultura medievale. Caratteristiche generali dell'alto Medioevo (1 pagine formato doc)

ALTO MEDIOEVO: CARATTERISTICHE

Alto Medioevo: Economia: Si pratica l’ agricoltura solo per un fine di sussistenza.

Scomparsa del commercio e conseguente diminuzione della circolazione della moneta. Rimangono solo i commerci a lungo raggio ad opera degli Arabi. Molto diffuso tra la popolazione un forte senso di precarietà, dovuto al rischio altissimo che un raccolto vada male.

Conformazione sociale: Si tratta di una società gerarchizzata molto rigidamente, ovvero non c’è possibilità di mobilità sociale. È una, ma divisa in tre (trinità): in alto ci sono imperatore e papa, poi vengono coloro che pregano (sacerdoti); poi coloro che combattono (guerrieri) che fanno parte dei ricchi, dei benestanti; infine coloro che lavorano (schiavi), gente povera.

Medioevo: economia e società

L'ALTO MEDIOEVO: RIASSUNTO

Sistema politico: Non appena l’ impero romano crolla, tutto il sistema politico salta, ma pian-piano emerge il feudalesimo: gestione della terra ,da parte di signori locali, che sancisce gerarchie.

Infatti il re, con l’ atto dell’ omaggio, affidava parte della sua terra al feudatario, il quale in cambio gli doveva massima fedeltà. I due maggiori feudatari erano l’ imperatore ed il papa. Il feudatario poi darà la terra al feudatario minore, che s’ impegna di restituire alla sua morte. Ma pian-piano le terre non verranno più restituite e si tramanderanno di padre in figlio, provocando così la caduta del feudalesimo.

Alto Medioevo e Feudalesimo: riassunto

EVENTI PRINCIPALI DELL'ALTO MEDIOEVO

Apparato culturale: Ignoranza dilagante; solo un èlite, ovvero gli appartenenti alle caste superiori, poteva maneggiare i libri e quindi era istruita. Pochissimi si occupavano di cultura per pochissimi. I testi erano merce preziosissima, addirittura venivano considerati nobili regali e parte dell’ eredità. Il libro dei libri è la Bibbia: quindi chi sapeva maneggiarla era considerato il più sapiente di tutti. Questi erano ovviamente gli uomini di chiesa. La Bibbia porta l’ “auctoritas”.