Dalla Rivoluzione francese a Napoleone: riassunto e analisi

Appunto inviato da marcopatti91
/5

Riassunto e analisi delle cause della Rivoluzione francese, gli eventi più importanti dell'epoca e la biografia di Napoleone Bonaparte (17 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE FRANCESE E NAPOLEONE: RIASSUNTO E ANALISI

La Rivoluzione francese. I valori che si affermano con la rivoluzione Francese segnano l’inizio dell’età contemporanea: 14 Luglio 1789; dal 1880 il 14 Luglio è la festa nazionale francese.

Godechot ha scritto nel 1956 “La grande nazione”.

Parla del concetto di Rivoluzione Occidentale che si estende dall’area Americana a quella europea.
La Rivoluzione occidentale si conclude nel 1848 con la primavera dei popoli, che è una rivoluzione in tutta Europa.

STOREOGRAFIA CLASSICA MARXISTA
Soboul e Lefebvre parlano di Rivoluzione borghese dicendo che la classe sociale che portò avanti la rivoluzione fu quella dei borghesi.
Lefebvre scrisse “La grande paura del 1789”

STOREOGRAFIA REVISIONISTA
Cobban (filosofo inglese) Furet e Richet (filosofi francesi) danno un’interpretazione dicendo che la Rivoluzione Francese fu guidata, oltre che dai borghesi, dai NOBILI ILLUMINATI i quali erano favorevoli alle riforme.
- Loro volevano una monarchia costituzionale come in Inghilterra.
La Rivoluzione Francese è considerata anche come un paradigma, cioè un modello da seguire per le successive rivoluzioni.

Rivoluzione francese e Napoleone: riassunto dettagliato

DALLA RIVOLUZIONE FRANCESE A NAPOLEONE: LE FASI

LE FASI DELLA RIVOLUZIONE FRANCESE

1) La fase monarchico-costituzionale che va da 1789 al 1792 ed è a prevalenza borghese.

2) La fase repubblicano-democratica che è la fase della repubblica dei Giacobini che va dal 1792 al 1794. Il club dei Giacobini era guidato da Robespierre, il quale instaurò una vera e propria dittatura.
Essa era fondata dall’alleanza della borghesia avanzata (Giacobini) e le forze popolari (Sans Culottes)

3) La fase repubblicano-moderata che va dal 1794 al 1799. In questa fase c’è il trionfo della grande borghesia.
- La rivoluzione Francese trasformò il sistema di potere, i contenuti e i metodi della politica non solo in Francia ma in tutta Europa.
Con la presa della Bastiglia appaiono due fattori caratteristici della storia francese:
• il ruolo politico decisivo del popolo
• la dimostrazione che ciò che accade a Parigi, nonostante il potere fosse a Versailles, condiziona tutta la Francia.

Interpretazioni della Rivoluzione francese

RIVOLUZIONE FRANCESE E NAPOLEONE RIASSUNTO

La rivoluzione è scoppiata nel 1789; fra i tanti problemi del governo il più importante era l’incapacità di risolvere la crisi finanziaria. Vi erano così tanti debiti che si esigeva la tassazione dei ceti più alti, clero e nobiltà, i quali erano esenti; clero e nobiltà non accettavano di cominciar a far parte del Terzo Stato.

Nell’ Agosto del 1788 il re fu costretto alla convocazione degli Stati generali per il Maggio del 1789. L’obbiettivo era di restaurare l’antica rappresentanza dei ceti quindi si verificò una coincidenza degli interessi fra nobiltà e Terzo Stato; negli ultimi decenni infatti la nobiltà, sia di toga sia di spada, fu protagonista di un grande dinamismo politico.