Rivoluzione scientifica: riassunto

Appunto inviato da cibe
/5

Riassunto sulla rivoluzione scientifica: dalle scoperte di Keplero alle teorie di Isaac Newton e di Galileo (3 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE SCIENTIFICA

La rivoluzione scientifica. Il periodo considerato si apre con le scoperte astronomiche del tedesco Keplero, e dell’italiano Galileo Galilei che fa uscire proprio nel 1610 il trattato astronomico SIDEREUS NUNCIUS .

Termina con l’opera in cui l’inglese Isaac Newton espone le sue leggi sulla gravitazione universale,Principi matematici della filosofia naturale del 1687.
il Seicento, è il secolo della rivoluzione scientifica, quello in cui si afferma un nuovo modo di concepire la scienza. La concezione tolemaica e aristotelica viene abbandonata, seppure a prezzo di drammatici contrasti. Fra la fine del seicento e
l’inizio del settecento si puo’ per la prima volta parlare di autonomia della scienza.Questa sta diventando indipendente non solo dalla religione, ma anche dalla magia, con cui pure aveva convissuto largamente sino alla meta’ del secolo.

Rivoluzione scientifica e Galileo: riassunto

RIVOLUZIONE SCIENTIFICA RIASSUNTO

Decisivo risulta, a questo proposito, l’uso della matematica, che costringe ad abbandonare i procedimenti analogici e le connessioni intuitive della magia. Contemporaneamente anche la medicina, la biologia, la chimica fanno registrare enormi progressi grazie agli studi del fisiologo inglese William Harvey.Ne esce trasformata l’idea del mondo, che da qui in avanti comincia ad essere immaginato come una macchina di cui occorre studiare il funzionamento.Non casualmente, la macchina universale viene vista, gia’ da Keplero. Gia’ questa idea mostra l’importanza decisiva che ora assumono l’osservazione diretta, la sperimentazione, la manipolazione tecnica. La tecnica cessa di essere considerata un’arte servile e viene giudicata invece un momento indispensabile dell’indagine scientifica. 

Rivoluzione scientifica: riassunto breve

RIVOLUZIONE SCIENTIFICA GALILEO

D’altra parte è la tecnica che costruisce le macchine e gli strumenti attraverso cui condurre la ricerca.Il telescopio, il microscopio, il termometro, il barometro diventano strumenti indispensabili.La tecnica tende a diventare tecnologia e a sposarsi alla ricerca astratta,fondata sulla matematica. Proprio l’incontro stretto fra tecnica e matematica è alla base della Rivoluzione Scientifica operata da Galileo e da Isaac Newton. Alla base di tale rivoluzione sta un modo nuovo di concepire la ricerca, sia quella filosofica che quella scientifica.Decisivo diventa il metodo della ricerca; il suo valore dipendera’, cioè, non dalla sua corrispondenza a una supposta verita’ generale, ma dal modo con cui viene condotta.Il metodo della ricerca deve essere liber da qualsiasi pregiudizio e da qualsiasi autorita’. È il dubbio metodico a ispirare la ricerca, che deve obbedire solo alla propria logica interna.

La rivoluzione scientifica: tema