Storia dello Stato moderno: schema

Appunto inviato da labisi
/5

Schema riassuntivo sulla storia dello Stato moderno e le sue caratteristiche (4 pagine formato doc)

STATO MODERNO

Stato moderno: fine 1400 inizio 1500.

È caratterizzato da un re a capo (sovrano assoluto), con un territorio unito (nazione), con un apparato burocratico (amministrazione dello stato), con una capitale a cui tutte le città obbediscono, con confini precisi e con una diplomazia che tutela i cittadini stranieri.
UMANESIMO E RINASCIMENTO
Fine 1400- inizio 1500 profondi cambiamenti  della politica, della religione e della vita spirituale europea. È un periodo caratterizzato da ANTROPOCENTRISMO, cioè l’uomo si trova al centro di tutto.
Nuovo interesse per la cultura antica( greca e romana) grazie a numerosi dotti provenienti da Costantinopoli. Il rinascimento è l’epoca della storia culturale e artistica che va dal XV a XVI. Il termine umanesimo deriva da H    UMANAE LITTERAE, che indica lo studio delle opere letterarie in contrapposizione agli studi teologici.
RUOLO DELLE ACCADEMIE
Ad Atene erano i luoghi dove Platone teneva le sue lezioni. In Italia erano luoghi frequentati da colti che discutevano. Si sviluppa così il MECENATISMO, cioè circondarsi di artisti. Si distinguono gli intellettuali che vivevano a :
•    CORTE:
o    Pregi: avevano un alloggio, erano difesi da un signore, non avevano problemi economici
o    Difetti: non dovevano andare contro il signore, avevano degli incarichi
•    PER CONTO LORO:
o    Pregi: erano indipendenti
o    Difetti: dovevano prendere i voti che gli garantivano.

Storia dello Stato moderno, riassunto

STORIA DELLO STATO MODERNO

ITALIA
C’era un periodo di calma, cioè senza guerre,  grazie alla pace di lodi. Era divisa in stati indipendenti e senza un esercito fisso, ciò la rendeva debole e molto ambita dagli stati potenti. Nel 1494 scende in italia Carlo VIII ,sotto invito di Giangaleazzo Visconti, e arriva fino a Napoli indisturbato perché:
•    I signori erano troppo impegnati a abbellire le loro corti
•    Si servivano di mercenari
Carlo VIII rivendica così il regno di Napoli e successivamente i sovrani italiani per non perdere il regno si alleano in una lega e lo sconfiggono. Questo fa capire che:
•    Dovevano unirsi
•    Gli stati italiani erano fragili e deboli
•    L’italia sarebbe diventata una terra di conquista, infatti milano e Napoli erano volute da francia e spagna; genova dalla spagna perché era un punto di collegamento.

CARATTERISTICHE DELLO STATO MODERNO, STORIA

Domina così la figura di Cesare Borgia, nato 1475 e morto 1507, è figlio di papa Alessandro VI. Il suo periodo di massa potenza è tra il 1495 e il 1503. Veniva chiamato duca di Valentino per il suo ducato. Voleva costruire uno stato formato da romagna, toscana, marche e umbria. Per impadronirsi dei territori avvelena i signori di questi terreni ai banchetti e poi si dichiara signore. Riesce a comportarsi così perché è figlio del papa. Si verificano 3 fatti che non riesce a controlloare:
•    Morte del padre
•    Francesi in crisi, anche lui in crisi perché era appoggiato da loro
•    Salita al papato di giulio II, che era nemico del padre