Gli Aztechi: ricerca

Appunto inviato da boball
/5

Ricerca sulla civiltà degli Aztechi dalle origni fino alla loro scomparsa. La religione degli Aztechi, dove vivevano e cosa facevano (2 pagine formato doc)

GLI AZTECHI: RICERCA

Gli Aztechi.

Civiltà Azteca
All'epoca della conquista spagnola, l'impero degli Aztechi era bene organizzato e potente.
Gli Aztechi sapevano fabbricare la carta con le fibre dell'agave, fondevano i metalli, tessevano le stoffe e conciavano le pelli. I loro edifici pubblici erano rivestiti di pietre e ornati di mosaici e sculture.

Gli Aztechi: riassunto breve

AZTECHI RELIGIONE

Gli Aztechi erano religiosissimi: adoravano numerose divinità, tra le quali Huitzilopochtli e Quetzalcoatl. I loro riti religiosi erano però sanguinosi e crudeli.

Le vittime umane venivano uccise senza pietà per offrirne il cuore palpitante agli dei. In una costruzione vicina ad un tempio azteco, i conquistatori spagnoli ritrovarono 136 000 crani di vittime umane sacrificate agli dei. Dopo l'arrivo degli spagnoli, la civiltà degli Aztechi decadde rapidamente. I templi pagani furono abbattuti o abbandonati o trasformati in chiese cristiane. Tutti i libri sacri e i preziosi documenti della civiltà azteca furono bruciati sui roghi per ordine delle autorità religiose e civili della Spagna. Oggi, soltanto le rovine degli antichi templi testimoniano l'alto livello di civiltà raggiunto da quel popolo.
Teotihuacan
Quando nella vecchia Europa cominciava il Medioevo - e per certi aspetti si tornava indietro rispetto all'epoca segnata dalla civiltà di Roma e della Grecia - in terra Messicana sorgevano enormi città, perfettamente organizzate. S'innalzavano gigantesche piramidi che ancora oggi si meravigliano perché sono autentici gioielli d'architettura. Tutto ciò era frutto della prosperità d'alcuni popoli millenari, le cui culture brillavano al sole, mentre la nostra era costretta a rifugiarsi nei monasteri.

Gli Aztechi: curiosità e usanze

DOVE VIVEVANO GLI AZTECHI

Teotihuacan fu in un certo modo il nucleo originale di tanto splendore. Tra i secoli IV e VII della nostra era già esisteva, in quella regione che oggi è lo Stato del Messico, una grande città che si estendeva lungo un'ampia e diritta via, chiamata Via dei Morti, perché Teotihuacan era un grande centro di cerimonie civili e religiose. Vi si costruirono le piramidi del Sole e della Luna. Poi vi eresse il tempio dedicato a Maloc, Dio dell'acqua. Più tardi quello dedicato a Quetzalcoatl, la più popolare delle divinità messicane, il Dio civilizzatore che dette la coltura al suo popolo. Vicino ai templi sorsero palazzi per nobili e sacerdoti e case per i popoli. Si costruirono anche impianti idraulici. Gli eredi dei Toltechi furono gli Aztechi.

Gli Aztechi: riassunto

SCOPERTA DELL'AMERICA

La scoperta dell'America   
Il 12.10.1492, l'impresa del navigatore genovese che aprì la strada alla conquista del Nuovo Mondo fu il risultato non previsto e non capito di un'idea perseguita con ostinazione: raggiungere le Indie per una rotta nuova, mai sperimentata prima. Ma di mezzo c'era un continente che nessuno conosceva...
Aztechi
Aztechi, popolazione indigena dell'America Centrale. La civiltà azteca sviluppò autonomamente forme originali del patrimonio culturale dei popoli con i quali venne a contatto nel corso di due secoli di permanenza nella Valle del Messico. Provenienti dai territori a Nord - Ovest gli Aztechi, di stirpe Nahuas, vagarono a lungo, sotto la protezione del Dio tribale Huitzilopochtli. I primi cacilchi messicani furono vassalli dei principi: tepanechi d'Atzcapozalco e nel 1376 Tezozomoc, re dei Tepanechi, permise l'elezione del primo sovrano azteco, Acamapich.
Izcoaltl riuscì a sottrarsi alla sovranità d' Atzapotzalco con l'aiuto di Nerahualcoyotl.
Dal 1440 regnarono Montezuma I, Montezuma II e molti altri.
Ma l'impero azteco era praticamente finito con la morte di Montezuma II, lapidato dalla sua gente.