Gli Etruschi

Appunto inviato da francesco40000
/5

Breve ricerca sulla religione, vita, culto dei morti ecc degli Etruschi. (file .doc, 4 pag) (0 pagine formato doc)

Gli Etruschi Gli Etruschi L'arte etrusca in origine accolse modelli greci ed orientali, ma ben presto elaborò uno stile dalle caratteristiche originali.
L'architettura è particolarmente interessante per gli edifici templari, arricchiti di terracotte ornamentali, e per alcuni monumenti funerari che riproducono le dimore aristocratiche. Gli Etruschi si distinsero nelle arti plastiche, realizzando statue, sarcofagi e bronzetti, e raggiunsero alti livelli espressivi nella rappresentazione della figura umana. Le ceramiche erano assai diffuse e le loro decorazioni assumono grande importanza dato che si ispirano alla vita quotidiana ed alla mitologia. Il bucchero fu un'invenzione dei ceramisti etruschi.
Eccezionale testimonianza dell'attività degli artisti etruschi ci è offerta dalle pitture che decoravano le tombe dipinte di Tarquinia. Esse raffigurano scene di banchetto e di compianto e giochi funebri. Il corredo funebre era costituito da vasi, gioielli ed oggetti personali adoperati in vita, che accompagnavano il defunto nell'aldilà. Culto dei morti Gli Etruschi pensavano che la vita continuasse nell'aldilà con le stesse caratteristiche della vita terrena. La necropoli era, quindi, organizzata come una città e l'urna e la tomba ripetevano le strutture caratteristiche della casa. Il corredo funebre, deposto accanto al defunto, era frutto dell'idea che egli sopravvivesse in qualche modo dove si trovavano le sue spoglie e che avesse quindi bisogno degli oggetti di cui si era servito nella vita quotidiana. Dopo la morte si attuavano le necessarie pratiche di sepoltura. Fra il IX e l'VIII sec. il corpo era sottoposto ad incinerazione. I resti venivano custoditi nell'urna, che veniva posta in tombe a pozzetto scavate nel terreno. A partire dall'VIII sec. iniziò a diffondersi la pratica dell'inumazione. il corpo veniva deposto integro in una fossa od in una camera sotterranea, spesso riccamente decorata. Alla sepoltura si accompagnavano suggestive cerimonie funebri, il cui momento culminante era il banchetto, nel quale si sottolineava fortemente il valore dell'unità familiare. La stessa idea riaffermavano a scadenze periodiche i riti di commemorazione dei defunti, che consistevano nell'offerta di cibi e bevande, compiuta su altari posti nella camera principale della tomba o all'esterno di essa, sul tumulo. Economia L'economia etrusca era basata sullo sfruttamento delle risorse naturali. Le fertili pianure erano adatte all'agricoltura, e vi si coltivavano i cereali, mentre le colline erano ricoperte di vigneti ed oliveti. I pascoli e le valli boschive erano adatti per l'allevamento dei bovini, destinati ai lavori agricoli, ovini e suini per uso alimentare. Lungo la fascia costiera, presso laghi e fiumi veniva praticata la pesca. I giacimenti minerari dell'Etruria centro-settentrionale marittima svilupparono l'attività metallurgica, soddisfacendo anche la richiesta di materie prime da parte di Fenici e Greci. L'artigianato artistico era specializzato nella l