Accadi, Babilonesi e Ittiti

Appunto inviato da valscude
/5

Breve analisi delle popolazioni accadica, babilonese, ittita e assira (2 pagine formato doc)

Gli Accadi
Verso il 2300 a.C., l’utopia dell’impero universale si concretizzò con l’Impero Accadico.
Quest’ultimo nacque grazie a Sargon, sovrano della città di Kish, e al suo successore Naram Sin, che estesero questo impero conquistando gran parte della Mesopotamia.
Agli eserciti accadici è attribuita anche la distruzione di Ebla, fino ad allora grande potenza urbana.
In quel periodo si affermò anche il concetto di “regalità divina”, secondo la quale il sovrano era visto come una divinità vivente.
Una grande svolta che si ha con l’impero accadico è l’accentuarsi delle differenze tra le grandi organizzazioni, il palazzo e il tempio; il primo infatti assunse sempre più un ruolo primario.


Dopo Naram Sin, l’impero accadico si avviò ad una progressiva decadenza, che terminò con l’invasione dei Gutei, una popolazione nomade.
L’egemonia sul territorio fu assunta dai sovrani di Ur, che organizzarono il loro territorio tramite la divisione in zone controllate da governatori, in modo tale da avere un maggior controllo.
Il regno di Ur durò per circa un secolo e la sua caduta fu frutto delle pressioni autonomistiche delle Città-Stato, e dall’invasione degli Amorrei.


I Babilonesi
Successivamente alla disfatta dell’impero di Ur, circa due secoli dopo, le redini della Mesopotamia furono prese da Hammurabi, che costituì l’impero Babilonese.
L’impero mesopotamico era delimitato dal corso dei due fiumi, Tigri ed Eufrate, e portò importanti cambiamenti nello scenario politico, religioso e sociale della società.
Sotto il dominio di Hammurabi, si vide il rafforzameto dei ceti più alti, che cercarono sempre più di sfuggire al diretto controllo del sovrano.
Noto è inoltre il Codice di Hammurabi, la prima regolamentazione scritta nella storia, che comprendeva clausole di svariato tipo.


.