Riassunto sull'alimentazione nel Medioevo

Appunto inviato da
/5

riassunto schematico di un testo sull'alimentazione nel medioevo e la relativa implicazione a livello storico - culturale (6 pagine formato doc)

Riassunto sull'alimentazione nel Medioevo - ALIMENTAZIONE E CULTURA NEL MEDIOEVO PREMESSA Alimentazione e cultura = endiadi è un fatto di cultura, perché il cibo parla

1.IL PECCATO DI ADAMO il rapporto tra gola e lussuria è sentito molto stretto nella cultura cristiana del medioevo.
il peccato di Adamo ricondotto a dimensioni corposamente materiali, collegato alla sessualità * il molto mangiare provoca una sovrabbondanza di umori che si traduce in eccitazione sessuale = convinzione espressa nei testi scientifici dell'antichità e del medioevo l'immagine del mangiare come momento di convivialità, di forte coesione, di affettuosa socializzazione. * la gola come primo dei vizi.

Leggi anche Tutto sull'alimentazione

2.BARBARI E ROMANI E' un incontro - scontro.
ROMANI BARBARI civiltà greco - romana popolazioni celtiche e germaniche Mediterraneo Europa continentale stabili semi - nomadi cerealicoltura caccia e pesca (poca cerealicolt.) arboricoltura raccolta frutti spontanei pastorizia (ovina) allevamento brado del bestiame vino birra PANE CARNE processo di auto integrazione es. la cerealicoltura, la viticoltura e l'ovicoltura si espandono nel Nord Europa l'atteggiamento germanico nei confronti della natura (gli spazi incolti avvertiti non come ostacolo ma come luoghi anch'essi produttivi) e i suoi modelli produttivi entrano nella civiltà classica.

Leggi anche  Saggio breve sull'alimentazione

sistema produttivo misto, agro - silvo - pastorale: importanza nuova per la carne e per il pesce decadenza del frumento, soppiantato da orzo, avena, miglio e segale, perché hanno resa maggiore e sono + facili da coltivare. pane sostituito in tanti casi da polente e zuppe le 2 culture mantengono una loro identità e originalità nelle regioni centro - meridionali persiste la coltivazione del frumento e dell'orzo... Regime del corpo: ognuno instaura un rapporto corretto e razionale con la propria alimentazione : questo per la civiltà greco - romana. Ambienti ecclesiastici: nel Nord Europa molto sensibili al problema del mangiare molto nel Mediterraneo possiedono il senso della misura

Leggi anche Appunti sull'alimentazione

3.IL LINGUAGGIO DEL CIBO Il cibo ha varie valenze linguistiche l'alimentazione, per Le Goff, è la prima occasione per gli strati dominanti della società di manifestare la loro superiorità. il potens mangia di più e meglio. Mangia carne il pauper mangia meno e peggio. altro modello di comportamento alimentare è quello monastico: per distinguersi ed elevarsi rispetto all'aristocrazia carnivora, la regola monastica prescrive di mangiare poco, digiunare e non consumare carne.