Rivoluzione francese: schema delle fasi

Appunto inviato da vivincix
/5

Schema sintetico delle tre fasi della Rivoluzione francese (4 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE FRANCESE: SCHEMA

La Rivoluzione francese.

Società fondata sulle idee di privilegio e disuguaglianza
3 ordini o stati:
Primo stato- aristocratici 350.000 individui possedevano il 20-25% delle terre
Esenzioni fiscali
Gradi maggiori dell’esercito e alte cariche statali
Ceto chiuso
Secondo stato- ecclesiastici 130.000 individui esenti da imposte
Non venivano giudicati dai tribunali statali
Proprietà ecclesiastica
Controllo dell’istruzione pubblica e privata

Rivoluzione francese: schema semplificato

RIVOLUZIONE FRANCESE: SCHEMA SEMPLIFICATO

Terzo stato:ceto alto-borghese grandi proprietari terrieri, finanzieri, banchieri
Ceto medio-borghese commercianti all’ingrosso, imprenditori, avvocati, notai, medici…
Ceto medio artigiani, lavoratori salariati
Ceto basso lavoratori della terra (contadini, braccianti, mezzadri, fittevoli). Pagavano molte tasse es.gabella sul sale

Problema del debito pubblico riforma di Necker fallita

Prima fase della rivoluzione francese: schema

FASI RIVOLUZIONE FRANCESE: SCHEMA

LA PRIMA RIVOLUZIONE (1788-1789) contro l’assolutismo
Convocazione degli Stati Generali
Accordi fra i tre stati (collaborazione)
Diversi scopi:
clero e aristocrazia ristabilire il proprio ruolo politico e smantellamento del potere assoluto
terzo stato abolizione dei privilegi fiscali per i nobili e il clero

17 giugno 1789 Convocazione dell’assemblea nazionale
Costituita da Terzo Stato e basso clero poi aderiscono i nobili

9 luglio 1789 Assemblea nazionale costituente compito:redigere la Costituzione

INSURREZIONE PARIGINA
14 luglio 1789 cause :
• aumento del prezzo del pane a causa delle carestie
• richiesta di annullare i dazi non ascoltata
La massa urbana insorge e il re perde di mano la situazione
Sostituzione della bandiera del re con la tricolore blu bianca e rossa
Assemblea:
Abolizione dei diritti feudali e delle decime del clero
Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino (idee illuministe di Rosseau, Montesquieu e Locke) 2 parti: separazione dei poteri, diritti naturali dell’uomo e uguaglianza di fronte alla legge
Sovranità nazionale e legge come volontà generale
6 ottobre spostamento della capitale da Versailles a Parigi
assemblea: destra diplomazia parlamentare modello:costituzione inglese
sinistra divisione dei poteri una camera elettiva
diritto di voto:
cittadini attivi (con indipendenza economica) 4,3 milioni (60%dei maschi maggiorenni)
eleggevano 50.000 elettori di secondo grado (2,5 milioni) e a deputato (500.000)

Francia suddivisa in 83 dipartimenti
Diocesi ridotte da 130 a 83 Parroci stipendiati ed eletti dal corpo elettorale dei cittadini attivi

Rapporti con gli altri stati:
Soddisfazione per la paralizzazione della potenza militare
Timore propagazione delle idee rivoluzionarie
Tentativo di fuga del re e della regina 20 giugno 1791
Il re giura fedeltà alla Costituzione
745 deputati foglianti
giacobini
girondini

Le tre fasi della rivoluzione francese: schema

LE TRE FASI DELLA RIVOLUZIONE FRANCESE: SCHEMA

LA SECONDA RIVOLUZIONE (borghese contro i privilegi dell’aristocrazia)
Guerra contro l’Austria e la Prussia 1792
Operai e artigiani insorgono consiglio municipale rivoluzionario prende il potere
Il re viene imprigionato
Nuove elezioni a suffragio universale
Viene fermata l’avanzata degli eserciti invasori nella frontiera tedesca
21 settembre viene proclamata la repubblica
3 raggruppamenti della Convenzione:
• girondini più moderati
• giacobini più rivoluzionari
• pianura(la maggioranza!)

.