La Belle Epoque: economia mondiale e società

Appunto inviato da lindacummings
/5

I grandi cambiamenti dell’economia mondiale durante il periodo della Belle Epoque (2 pagine formato doc)

BELLE EPOQUE ECONOMIA

La Belle Epoque, tra ottimismo e venti di guerra.

I grandi mutamenti dell’economia mondiale tra 800 e 900. Grazie all’espandersi dell’industrialismo anche l’economia EU si espanse e divenne un modello per il mondo intero. I commerci si estesero in ogni direzione.
Ma il progresso portò anche squilibri aumentando la distanza tra paesi arretrati e industrializzati. Inoltre il sistema economico stesso presentava squilibri come la Crisi di Sovrapproduzione, che causò la caduta dei prezzi, e la Grande Depressione (causata da: difficoltà produttive, crisi agraria, domanda ancora troppo lenta rispetto all’offerta), che però non toccò tutti i paesi allo stesso modo.
Infatti GE e GB divennero i nuovi paesi guida e cominciarono a sperimentare fusioni e accordi tra imprese diverse.

TRUST, concentrazioni di imprese, potevano coinvolger e imprese dello stesso settore (Trust orizzontali), o potevano essere più imprese cointeressate operanti sotto un’unica direzione (Trust verticali).
CARTELLI, unioni di imprese che stringevano accordi commerciali su prezzi e quote di mercato.
HOLDING, società che controllavano capitali di diverse aziende.

BELLE EPOQUE PERIODO

Si formò inoltre un numero ristretto di giganti in competizione tra loro dando vita a un OLIGOPOLIO. Nacquero poi i grandi magazzini e le Corporation.
Si crearono due elementi che contribuirono a coordinare le fasi del ciclo produttivo: l’organizzazione scientifica del lavoro e la catena di montaggio.
Taylor contribuì analizzando e componendo io gesti dell’operaio sino al movimento singolo per rendere prestazioni uniformi e qualitativamente/quantitativamente migliori. Ford lo perfezionò aggiungendo la catena di montaggio e azzerando quindi gli spostamenti fisici del lavoratore. Si assiste a un gran numero di innovazioni quindi, come l’industria chimica e quella meccanica, oppure l’energia elettrica, il telefono il cinema e la radio.
Le banche ebbero notevole influenza sulle imprese, sostenendo la politica industriale. Esse finanziavano attività commerciali, svolgevano la funzione di istituti di credito e di banche di deposito. Esse per controllare direttamente le imprese, entravano a farne parte divenendone comproprietari acquistando quindi azioni. La CRISI AGRARIA, causata dal crollo dei prezzi cerealicoli, toccò GB, IT, GE, FR. Ciò accentuò il flusso migratorio europeo verso paesi d’oltre oceano. Questo venne agevolato da provvedimenti a favore come: abrogazione dei divieti di emigrazione, viaggio in mare a costi più bassi poiché, la decisione di gran parte degli emigrati di risiedere stabilmente all’estero, portava giovamento all’economia della madrepatria con le rimesse di denaro.

Il periodo storico della Belle Epoque: riassunto

BELLE EPOQUE STORIA

Imperialismo caratteristiche generali ed espansione in Africa. Caratteristiche dell’imperialismo: nacque al fine di assicurare agli stati che lo praticavano (GB, FR, GE, IT, RU, BE) migliori prospettive economiche e per proteggersi dalla concorrenza straniera. Oltre alle ragioni economiche ci stavano però anche motivi militari, ideologici e politici.