La bibbia

Appunto inviato da marcellino Voto 5

cos'è e da quali libri è costituita . ( 13 pag - formato word ) (0 pagine formato doc)

Untitled Bibbia Detta anche Sacra Bibbia (greco, byblos, "libro"), il libro sacro dell'ebraismo e del cristianesimo.
La Bibbia dell'ebraismo e quella del cristianesimo presentano importanti differenze. La Bibbia ebraica, testo sacro degli ebrei, è composta da 39 libri originariamente scritti in ebraico, fatte salve alcune sezioni in aramaico. La Bibbia cristiana è suddivisa in due parti: l'Antico Testamento e i 27 libri del Nuovo Testamento. La versione dell'Antico Testamento usata dai cattolici è identica alla Bibbia dell'ebraismo, ma comprende sette libri in più e alcuni libri aggiuntivi (vedi tavola di accompagnamento); la versione dell'Antico Testamento usata dai protestanti si limita ai 39 libri della Bibbia ebraica. Gli altri libri e le inserzioni sono denominati apocrifi dai protestanti e libri deuterocanonici dai cattolici.
A partire dal Medioevo i libri della Bibbia furono considerati un insieme unitario. Ordine dei libri L'ordine e il numero dei libri differisce nelle versioni ebraica, protestante e cattolica della Bibbia. Quella ebraica si suddivide in tre parti: Torah, o Legge, detta anche libri di Mosè; Nabiim, o Profeti, divisa in Primi e Ultimi Profeti; Ketubim, o Scritture, che comprende tra gli altri i Salmi e i libri sapienziali. L'Antico Testamento cristiano suddivide i libri secondo l'argomento: il Pentateuco, che corrisponde alla Torah; i libri storici; i libri poetici o sapienziali; i libri profetici. In questo indice taluni individuano una sensibilità alla prospettiva storica dei libri: primi nell'ordine sono quelli relativi al passato, poi al presente e infine al futuro. La versione cattolica e quella protestante dell'Antico Testamento collocano i libri nella medesima sequenza, ma la versione protestante accoglie soltanto i libri che si trovano nella Bibbia ebraica. Il Nuovo Testamento comprende: i quattro Vangeli; gli Atti degli Apostoli; le lettere di Paolo e di altri scrittori; l'Apocalisse, o libro della Rivelazione. Uso La Bibbia è un testo religioso, sacro per ebrei e cristiani. Viene letta durante tutte le funzioni religiose e i suoi versetti sono all'origine di ogni predica liturgica; è anche utilizzata per lo studio e le pratiche devote private. Il suo linguaggio ha ispirato le preghiere, la liturgia e l'innodia ebraica e cristiana. Ispirazione biblica Il cristianesimo delle origini ereditò dall'ebraismo l'autorevolezza delle Scritture, senza mai porla in discussione. Anche se inizialmente non venne proposta alcuna dottrina formale riguardante l'ispirazione delle Scritture i cristiani in generale ritenevano che la Bibbia fosse depositaria della parola di Dio, comunicata dal suo Spirito, prima attraverso i patriarchi e i profeti, poi attraverso gli apostoli (vedi Apocalisse). Non a caso gli autori dei libri del Nuovo Testamento si appellavano all'autorità delle Scritture ebraiche per sostenere le proprie affermazioni su Gesù. Nel corso del XIX secolo, come risposta alla nascita della critica biblica che spesso par