I Camuni

Appunto inviato da gaboz
/5

L'appunto tratta sinteticamente di questa antichissima civiltà insendiatasi in Valcamonica 8000 anni fa. (file.doc, 1 pag) (0 pagine formato doc)

I recenti scavi archeologici hanno evidenziato che questa civiltà, fiorita in Valcamonica per ottomila anni, può essere posta alle radici della civiltà europea.
Oltre 170 mila figure graffite sulla roccia narrano con immediatezza e sintesi millenni di vita con tale chiarezza che potrebbero essere considerati la “ storia di una civiltà preistorica”. E un eccezionale documentazione dell' attività creativa dell'uomo. La roccia diventa un libro in cui ogni segno ha valore storico-culturale e può essere riferito a un determinato periodo grazie all' evoluzione stilistica dei segni. Fin dall' ottavo e settimo millennio a.C.
l uomo Camuno ha segnato sulla pietra il passaggio. La grande roccia di Naquane lunga cinquantaquattro metri accogli ben 876 figure graffite nel corso di piu generazioni, tra il quinto e il primo millennio a.C. Nella roccia a Foppe di Nadro, oltre duecento impronte di piedi, le figure di animali, alci e cervidi, in stile subnaturalista, fissati nel momento della corsa o dell' uccisione, tipiche del periodo paleolitico (8000-5500 a.C. ) lasciano spazio alle figure umane proprie nel neolitico (5500-3200 a.C. ): l uomo intento al lavoro agricolo, l adorazione del sole, il culto dei morti, la danza. Nel 3200 a.C. coinvolge l uomo Europeo e quindi i Camuni, che nelle statue menhir, pietre fissate verticalmente nel terreno. Sulla mappa di Bedolina sono graffiti, campi coltivati sentieri, abitazioni ben delimitate che danno il senso di un nuovo tipo di acquisizione:la propieta. Con l età del ferro (900-16 a.C. ). Fuori dalla valle, è rappresentata la lotta armata che porterà fatalmente i Camuni a scontrarsi con i Romani e a soccombere.