Civiltà precolombiane e i conquistadores: riassunto

Appunto inviato da cruzer95 Voto 6

Riassunto dettagiato sulle tre civiltà principali precolombiane, Aztechi, Maya e Inca, che abitavano nel Nuovo Mondo quando arrivarono i conquistadores e su ciò che accadde con quest'ultimi (3 pagine formato docx)

CIVILTA' PRECOLOMBIANE E I CONQUISTADORES: RIASSUNTO

Amerindi e conquistadores. Il termine corretto che oggi viene usato per identificare le civiltà che abitavano le zone del nuovo mondo, quando sbarcarono lì i portoghesi il 12 Ottobre 1492 e quando poi arrivarono i Conquistadores è “Amerindi” e non civiltà Precolombiane, quest’ultimo termine è infatti caduto in disuso a causa del suo etnocentrismo.
In questi luoghi, e parliamo di nord, sud e mesoamerica, c’erano molte popolazioni, che prima dell’arrivo degli Europei contavano in tutto 30/40M di persone, ma le più evolute e le più caratteristiche erano senza ombra di dubbio gli Aztechi, i Maya e gli Incas.
Dopo l’ultima glaciazione, circa 30'000 anni prima di Cristo, molte persone migrarono dalla Mongolia fin qui passando per lo stretto di Bering e si stanziarono in vari luoghi dell’America.

Maya, Aztechi e Incas: riassunto

CIVILTA' AMERINDE

A seconda della posizione in cui si stanziarono, svilupparono modi di vivere e caratteristiche fisiche differenti; al nord si svilupparono alti e muscolosi, erano nomadi, pescatori e debbiatori (ovvero vivevano di ciò che la natura offriva da se), mentre al sud si svilupparono bassi e con cassa toracica piccola, soprattutto per via del fatto che vivevano in posti altissimi, al contrario di quelli del nord erano agricoltori e sedentari.
Queste popolazioni erano molto arretrate rispetto agli europei e non conoscevano la ruota, la polvere da sparo e non avevano neanche gli animali da soma, ma c’erano delle persone chiamate “portatori” che svolgevano questo compito.
Anche la scrittura era poco evoluta e solo i Maya ne possedevano una che era idiografica e sillabica.

La civiltà Maya: riassunto dettagliato

LE CIVILTA' PRECOLOMBIANE: RIASSUNTO

GLI AZTECHI
La civiltà Azteca si sviluppò nella valle del Messico, che loro chiamavano Anahuac.
Parlavano la lingua Nahua e la loro scrittura era simbolica.
La loro città più importante, nonché capitale, aveva 0.5M di abitanti circa e si trovava sul lago Texcoco a 2700m d’altezza e si chiamava Tenochtitlan , fu completamente distrutta dall’esercito di Cortes e oggi in quel luogo sorge la metropoli di Città Del Messico.
La massima autorità era l’imperatore, che era una semi-divinità.
L’aspetto più caratteristico degli Aztechi era la religione e soprattutto il loro rito di fare sacrifici umani.

Le civiltà precolombiane: riassunto

I CONQUISTADORES: RIASSUNTO

Avevano numerosi Dei, tra i quali possiamo sicuramente ricordare Huitzilopochtli, il Dio del Sole e della Guerra, a cui venivano sacrificate vite umane perché si credeva che ogni notte combattesse contro le tenebre per far sorgere il Sole ogni giorno e perciò avesse bisogno di forze, che arrivavano con i sacrifici umani.
Molto importante era anche Tlalòc, Dio della Pioggia, al quale venivano sacrificati neonati poiché si credeva che preferisse vittime che urlassero molto.
Poi gli Aztechi avevano il così detto “grande anno”, che capitava ogni 52 anni e durante il quale si pensava che il Sole fosse messo maggiormente in pericolo; al termine di esso potevano succedere tre cose:
1) Il mondo sarebbe finito
2) Non sarebbe successo nulla
3) Il Sole sarebbe diventato immortale e quindi il mondo non potrebbe così mai più finire