La civiltà minoica: riassunto

Appunto inviato da a11n12
/5

storia della civiltà cretese e il mito del minotauro (2 pagine formato doc)

La civiltà minoica: riassunto.

I cretesi - Il mare Egeo era in quel tempo una via di comunicazione molto importante fra l’Europa meridionale e l’Oriente. Un ruolo molto importante ebbe una civiltà che si sviluppo in un’isola: l’Isola di Creta, questa è la maggiore isola della Grecia e la quinta isola del Mediterraneo per grandezza.

Leggi anche Cretesi e Micenei: riassunto

A partire dal III millennio a.C. fiorì in quest’isola la civiltà cretese o minoica.
L’aggettivo minoica deriva dal mitico re Minosse. Alcuni manufatti che sono stati ritrovati testimoniano la vicinanza di questa civiltà all’Oriente e all’Anatolia soprattutto per dei ritrovamenti di ceramiche e sigilli. Nel II millennio a.C. Creta si impose e la sua importanza commerciale crebbe notevolmente: cominciò ad esportare ceramiche, lana, vino e olio. I cretesi erano abili commercianti e la loro terra era molto fertile.

Leggi anche Riassunto sui Micenei

Anche i prodotti dell’artigianato e dell’industria venivano commerciati con successo. Essa divenne anche una potenza navale grazie all’abbondante disponibilità di legname.
In questo periodo sorsero alcuni importanti centri urbani come ad esempio Cnosso, Festo, Mallia, Zakro che avevano al loro centro un palazzo. Questi vennero più volte ricostruiti per via dei frequenti terremoti che caratterizzavano quella zona.