Colonialismo e Imperialismo: riassunto

Appunto inviato da vismy
/5

Colonialismo e Imperialismo: riassunto della storia e delle tematiche dell'espansione coloniale (3 pagine formato doc)

COLONIALISMO E IMPERIALISMO: RIASSUNTO

Colonialismo e Imperialismo.

Fin dall’antichità gruppi di persone, chiamati coloni, abbandonavano il proprio luogo per andare a coltivare nuovi territori: le colonie.
Esse potevano essere. COLONIE DI POPOLAMENTO, quando un territorio era conquistato ed abitato da un nuovo popolo e; COLONIE DI SFRUTTAMENTO, quando un territorio era conquistato per sfruttare il popolo che vi abitava, facendolo lavorare nelle miniere e nelle piantagioni.
Il colonialismo, iniziato nel 1492 con la scoperta dell’America, per tutto l’800 non cessò mai di interessare i paesi europei ma, dal 1870 accade qualcosa di nuovo: il colonialismo divenne più aggressivo ed entrò in una nuova che duro fino al 1914 chiamata IMPERIALISMO. Si trattava di una forma esasperata di nazionalismo dove ogni nazione europea cercò di superare tutte le altre nella conquista di nuovi territori e lo fecero come se si dovesse trattare di una vera e propria gara perché volevano formare un proprio impero coloniale.
Non mancarono casi di colonie di popolamento ma l’obiettivo era quello di creare colonie di sfruttamento.
Diverse furono le cause di questo nuovo fase: politiche, economiche e culturali.
Per quanto riguarda le cause politiche, ci fu un ritorno al protezionismo che creò grandi conflitti politici.

Colonialismo europeo: breve ricerca

COLONIALISMO E IMPERIALISMO: CAUSE

Le cause economiche furono determinate dallo straordinario sviluppo determinato dalla rivoluzione industriale che fece crescere l’importanza delle materie prime come petrolio, ferro rame ecc…
I paesi europei erano poveri di materie prime mentre i paesi africani ed asiatici, ne erano ricchi.
Per le cause culturali si può esprimere che era opinione diffusa che l’uomo bianco dovesse dominare tutte le altre razze, cioè dovesse dominare il mondo.
Nei confronti di quei popoli che erano rimasti selvaggi il compito dell’uomo bianco era quello di portare loro la civiltà ma non tutti gli europei erano animati dal desiderio di sottomettere gli altri popoli specie se primitivi.
In quest’epoca, tre grandi stati asiatici (India, Cina, Giappone) vissero vicende storiche diverse, India e Cina subivano il peso del dominio coloniale mentre il Giappone iniziò uno sviluppo autonomo che lo avrebbe portato alla formazione di una grande potenza economica.

Storia del Colonialismo

COLONIALISMO E IMPERIALISMO FINE 800

Nella prima metà dell’800, la Gran Bretagna estese il proprio dominio nel subcontinente indiano perché voleva il controllo della COMPAGNIA DELLE INDIE.
Il territorio indiano fu sfruttato in moda intensivo e fu trasformato in un vero e proprio mercato al servizio degli inglesi.
I prodotti industriali inglesi, come i tessuti, distrussero la produzione artigianale indiana: furono imposte quelle coltivazione, come il te, il cotone, la iuta, che erano convenienti per il commercio inglese.

Per far posto alle piantagioni dei nuovi prodotti agricoli i contadini furono costretti ad abbandonare le coltivazioni tradizionali, con grave danno per l’alimentazione quotidiana.

Decolonizzazione: significato, cause e conseguenze