Le conquiste di Alessandro Magno

Appunto inviato da nba
/5

Breve sintesi delle imprese di Alessandro Magno (1 pagine formato txt)

ALESSANDRO MAGNO: CONQUISTE

La conquista di Alessandro Magno.

Divenuto di fatto il signore di tutta la Grecia, anziché imporre il proprio dominio, il re macedone Filippo I promosse la costituzione di una lega greca, lasciando alle varie città stato la loro autonomia. Progettò poi di impadronirsi dell'impero persiano ma venne ucciso durante i preparativi della spedizione.
Suo figlio, destinato a passare alla storia come Alessandro Magno (356-323 a.C.) aveva assunto, giovanissimo, posizioni di comando militare e non esitò a stroncare le ribellioni scoppiate in Grecia (distruzione di Tebe, 335), preparando poi la campagna contro la Persia. Coadiuvato da uno stuolo di generali greci, nel 334 assunse il comando di un esercito di circa 40.000 uomini e, superato l'Ellesponto, riportò la prima vittoria sul fiume Granico (334); avanzò poi lungo la costa dell'Asia Minore, liberando le città greche.

Alessandro Magno e i Regni Ellenistici

ALESSANDRO MAGNO, UNA VITA DI CONQUISTE

Quindi varcò la catena montuosa del Tauro, addentrandosi nella Cilicia. Sconfitto il re di Persia, Dario II (335-330), Alessandro Magno conquistò successivamente la Siria, la Fenicia, l'Egitto e, alle foci del Nilo, fondò la città che da lui prese il nome di Alessandria. Sferrò poi l'attacco contro il cuore dell'Impero Persiano (vittoria di Gaugamela, 331) e ne conquistò le capitali: Babilonia, Susa, Persepoli, Pasargade. Da questi successi, andò maturando l'idea di creare un impero mondiale, tanto da condurre una spedizione in India (327). Rientrato in Persia, progettò di elevare a capitale del proprio impero Babilonia, considerando Macedoni, Greci e Persiani sudditi con gli stessi diritti e doveri. I suoi grandiosi progetti non poterono essere realizzati, poiché nel 323 fu colpito da febbre violenta e morì poco più che trentenne.