la convenzione e il terrore

Appunto inviato da noventa
/5

la convenzione in Francia e il periodo del Terrore. la condanna a morte di luigi XVI; la sconfitta dei girondini; la politica di scristianizzazione... (2 pagine formato doc)

LA CONVENZIONE LA CONVENZIONE GLI SCHIERAMENTI ALL'INTERNO DELLA CONVENZIONE Il 20 settembre 1792 si insediò la convenzione composta da 749 deputati, che si dividevano in 3 gruppi: I girondini, favorevoli a soluzioni moderate, sedevano a destra.
I montagnardi, fautori di idee radicali, sedevano a sinistra (giacobini + cordiglieri) La pianura, detta anche palude, che non aveva un preciso orientamento politico, era un gruppo di centro. I girondini dominavano la Convenzione, mentre i giacobini assunsero il controllo del Comune parigino. LA CONDANNA A MORTE DI LUIGI XVI Lo stesso giorno che si insediò la convenzione gli eserciti francesi sconfissero i prussiani a Valmy. Questa battaglia fu un episodio di grande importanza perché servì ad arrestare l'avanzata prussiana e a dare respiro alla difesa della patria.
La vittoria contribuì a dare nuova forza alla rivoluzione e a creare il clima ideologico in cui si inserisce il primo atto della convenzione: l'abolizione della monarchia e la proclamazione della repubblica. La convenzione votò la condanna a morte di Luigi XVI che venne ghigliottinato il 21 gennaio 1793. LA PRIMA COALIZIONE Tra i girondini si diffuse la teoria dell'esportazione della rivoluzione che prevedeva di conquistare tutti a paesi fino ai confini naturali delle Alpi e del Reno per liberarli dai regimi assolutisti. Molti sovrani stranieri cominciarono a temere per la sorte dei loro troni e perciò si unirono con l'Austria e la Prussia nella guerra contro la Francia. Sorse così la prima coalizione alla quale aderirono l'Inghilterra, la Prussia, l'Austria, la Russia, la Spagna, il Regno di Sardegna, il Granducato di Toscana, lo Stato della Chiesa e il Regno di Napoli. LA RIBELLIONE DELLA VANDEA Anche la situazione interna dava vari problemi alla convenzione. In primo luogo la crisi economica, i sanculotti lottavano perché il governo limitasse i prezzi dei generi alimentari e fissasse dei salari minimi. Ma il fenomeno piu grave che la convenzione dovette affrontare fu la ribellione della Vandea. Gli abitanti erano delusi dagli scarsi progressi economici e sociali della rivoluzione e non accettavano la politica anticlericale che andava contro le loro tradizioni religiose. La guerra, la crisi economica e la Vandea misero in difficoltà i girondini, ormai troppo deboli per governare, e ne causarono la sconfitta politica. Fra marzo e maggio 1793 maturò l'affermazione dei giacobini. IL TERRORE LA SCONFITTA DEI GIRONDINI Nel 1793 il conflitto fra girondini e giacobini si fece inconciliabile tanto che la convenzione dovette istituire un tribunale rivoluzionario per giudicare i sospetti e fu fissato un prezzi massimo per la farina e i cereali. Il 2 giugno 1793 i sanculotti insorsero, circondarono la convenzione e chiesero l'arresto di 30 girondini. Da quel momento la convenzione fu dominata dai giacobini. LA COSTITUZIONE DEL 1793 Il 24 giugno 1793 la convenzione approvò la nuova costituzione che conteneva significative novità: la forma di governo non