Scoperta dell'America: conseguenze

Appunto inviato da 7psyco6
/5

Le conseguenze economiche, religiose e politiche della scoperta dell'America (8 pagine formato doc)

SCOPERTA DELL'AMERICA CONSEGUENZE

La crisi dopo la scoperta dell’America.
Crisi religiosa. In funzione delle nuove scoperte geografiche viene creta l’immagine del buon selvaggio e avrà una riceduta del 700 come modello assunto per verificare le trasformazioni di civiltà che hanno trasformato la storia: si capisce che essa non è iniziata con Adamo ed Eva ma ha un altro svolgimento. Si domandarono come mai gli indigeni non sapevano di Cristo se lui ha creato il mondo e si chiesero anche se avessero l’anima.
La chiesa con un decreto sanzionò che anche gli amerindi avessero l’anima, cosa che poi non si verificò molto positiva.
La grande quantità di oro e argento comportò cambiamenti economici e si sviluppo il commercio triangolare (Europa – Africa – America)
Tra il 400 e il 500 cambia la prospettiva con cui gli uomini guardano se stessi e la storia: ci sono cose nuove, diverse mentalità ed è evidente che il cambiamento riguarderò la sfera religiosa, così dentro la mentalità degli uomini dell’epoca
 

Scoperta dell'America e le sue conseguenze economiche-politiche 

CONSEGUENZE ECONOMICHE SCOPERTA DELL'AMERICA

Inseriamo la crisi all’interno di un cambiamento epocale quando cambiano molte cose nel mondo e il modo in cui gli uomini si rapportano con Dio. Ciò che riassume questi cambiamenti è la crisi religiosa che ha due connotazioni: riforma protestante (1517) e riforma & controriforma cattolica
Un monaco agostino, Martin Lutero, affligge sulla porta della cattedrale di Wittenberg 95 tesi (princìpi) che mettono in discussione alcuni fondamenti della religione cattolica. Il papa, più che essere un’autorità spirituale, era un capo di stato: si preoccupava del suo territorio ed era più legato alle vicende mondane che cristiane, quindi si era perso il fondamento evangelico e nel corso del tempo aveva provocato molte crisi
 

Re cattolici: storia di Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona

CONSEGUENZE POSITIVE DELLA SCOPERTA DELL'AMERICA

Erasmo da Rotterdam aveva già proposto al papa la convocazione di un consiglio e voleva riportare delle tesi dato che sentiva un disagio: nella chiesa si vendeva l’indulgenza, cioè il permanere di meno in purgatorio; Roma si sta ingrandendo e il papa stava fornendo lavori per cui servivano soldi e vendette le cariche ecclesiastiche (simonia). Per esempio in Germania c’era un vescovo che voleva acquistare un altro arcivescovado, cosa che la chiesa, nonostante non fosse permesso, acconsentì in cambio di una somma di denaro alta anticipata da una famiglia di grandi banchieri in cambio dell’appalto sulla vendita delle indulgenze, questo fatto muove l’indignazione del prete agostino che rifletté sulla possibilità che aveva la chiesa di intervenire sulla grazia. Il papa non si accorse di ciò che accadeva
 

Scoperta dell'America: cause e conseguenze

LA SCOPERTA DEL NUOVO MONDO E LE SUE CONSEGUENZE

Attorno a Lutero si sono raggruppate delle forse che erodono la solidità della chiesa: queste forze sono costituite da principi tedeschi in una condizione un po’ particolare xk la Germania fa parte del Sacro Romano Impero Germanico, il cui imperatore verrà eletto di lì a poco e vede pesante la sottomissione all’impero e vuole autonomia. La riforma troverà sbocchi imprevedibili
I punti che Lutero attacca sono
- Remissione piena di tutti i peccati e il papa può perdonare solo la pena da lui indicata
- Slogan con cui veniva propagandata la vendita delle indulgenze
- La chiesa estrae denaro anche dai più poveri per costruire la sua gloria
Come si salva l’uomo? Questa è la dottrina della giustificazione, cioè della salvezza. Per la chiesa cattolica la dottrina della giustificazione si fonda sulla fede, che è un sono di dio, e le opere, atti che danno sostanza alla fede: il buon cattolico deve manifestare la grazia attraverso le azioni quotidiane. Il rapporto Dio – uomo è mediato dalla chiesa. Nella confessione protestante la dottrina della giustificazione si fonda solo sulla fede, c’è quindi una concezione dell’uomo come peccatore e non può salvarsi con le sue mani ma deve essere illuminato dalla grazia di Dio, che la concede a sua discrezione.