Crisi del seicento in Inghilterra, Francia e Germania

Appunto inviato da francescadanei
/5

Schema sulla crisi del 1600 in Inghilterra, Francia e Germania: cause e conseguenze (2 pagine formato doc)

CRISI DEL SEICENTO

CRISI 600: caratterizzata da peggioramenti del clima carestie epidemie] calo demografico favorito anche da guerra dei 30 anni.
Fenomeno di autoregolamentazione demografica(si alza età matrimonio e cala numero figli). CRISI ECONOMICA: cala domanda beni.. tutto ciò avviene nei territori tedeschi, italiani e nella penisola iberica.
PAESI TEDESCHI (1618-48): GUERRA DEI 30 ANNI: conclusa con pace di WESTFALIA conseguenze pace e conflitto: -L’Australia perde nel conflitto ma non ha grandi conseguenza dal ° di vista territoriale - sancisce autonimia della confederazione elvetica e l’unione delle province olandesi – confini spagna ridimensionati –svezia diventa la più importante nelle repubbliche scandinave. – la Francia conquista l’Alsazia e la Lorena - cambiamento radicale visione politica: stabilisce che in Europa ci sono 3 religioni possibili(cattolicesimo, calvinismo, luteranesimo) ; definitiva presenza del cattolicesimo e delle religioni protestanti nei territori tefeschi ; e fa fallire il progetto di ricattolizzazione dell’Austria.
– tramonta l’idea di una monarchia universale in Europa e si definiscono i singoli stati autonomi e indipendenti; - strumento per risolvere le controversie.
 

Il seicento storico in Italia: riassunto

CAUSE E CONSEGUENZE DELLA CRISI DEL 1600

INGHILTERRA: non è toccata dalla crisi che riveste l’europa. con Elisabetta 1 grossa espansione economica, mette in atto commercio triangolare e autorizza la pirateria e consolida l’anglicanesimo. Alla sua morte sale al trono GIACOMO 1 che fa divisione di ceti: LORD(nobiltà di andtiche origini) e GENTRY(piccola nobiltà) che avevano tratto benefici sia dalla vendita dei monasteri che dalle ENCLOSURES (= recinzione di quelli che sono le prop comuni dei villaggi). Ceti non nobili invece sono i proprietari terrieri chiamati YEOMEN, indipendenti ma non nobili, i commercianti e artigiani, borghesia finanziaria e lavoratori salariati.
GIACOMO 1 è re di scozia, unisce sotto la stessa corona scozia e Inghilterra e intraprende programma assolutistico. Per prima cosa istituisce tribunali composti da membri nominati dal re, togliendo l’amm della giustizia alla genrty. Inoltre uniforma la religione all’interno del paese (anglicana), c’erano però anche cattolici e puritani(calvinisti inglesi). Ritiene che sia fondamentale controllare la chiesa quindi propone un rigido anglicanesimo con la nomina di tutti i vertici della chiesa assegnata al sovrano. Inoltre controlla il parlamento(conflitto tra re e parlam) P: formato da camera dei lord e la camera dei comuni che elegge due rapp. Per contea. Nascono nel 1251 con la Magna Carta.
 

CRISI DEL 600: SCHEMA

Egli non vuole sottostare a nex controllo e vorrebbe emanare molte nuove leggi per mantenere la propria corta ma parlam non è d’accordo in quanto deve essere lui prima a approvare le leggi nuove(scritto sulla costituzione).
Durante guerra 30 anni sostinene cattolicesimo(spagna e italia) portando malumore.
Alla sua morte sale al trono CARLO 1 che cerca di seguire orme del padre e portare Inghilterra all’assolutismo. 1628 firma PETITION OF RIGHTS, carta impostagli dal parlam. Dove dichiara le libertà dei cittadini: -il re non può imporre tasse senza consenso del parlam. – non si può essere arrestati senza motivazione(HABEAS CORPOS) - non si possono processare persone in tribunali speciali ma solo di stato.