Destra storica e Sinistra storica: riassunto

Appunto inviato da danydolciotta
/5

La politica della destra e sinistra storica: riassunto dettagliato (4 pagine formato doc)

DESTRA STORICA E SINISTRA STORICA: RIASSUNTO

La Destra Storica - Una volta nato il Regno d’Italia (1861) restava il problema di unificarlo sotto il punto di vista territoriale e soprattutto sociale.

La guida del paese si ritrovò affidata dal 1861 al 1876 alla Destra Storica che si trovava ad affrontare numerosi problemi:
Politica Interna
- In campo Costituzionale venne esteso a tutta l’Italia lo Statuto Albertino, in base ad esso il re era titolare del potere esecutivo, il potere legislativo era affidato al Senato e alla Camere dei deputati che erano di nomina regia, i deputati erano eletti secondo una legge fortemente censita ria, il potere giudiziario era affidato ai magistrati nominati a loro volta dal re. Lo Statuto Albertino era una costituzione flessibile che poteva cambiare a seconda dei diversi regimi.

Le riforme della sinistra storica

DESTRA E SINISTRA STORICA: RIASSUNTO

- Per combattere il problema dell’analfabetismo nel 1861 venne promulgata la “Legge Casati” che prevedeva l’obbligo di frequentare i primi 2 anni delle scuole elementari gratuitamente.


- Il pareggio del bilancio venne eseguito attraverso la riduzione della spesa pubblica, l’aumento delle imposte e la legge promulgata da Quintino Sella la cosiddetta “Legge sul grano”, un tributo che dovevano versare i mugnai allo Stato. In varie parti d’Italia vennero organizzate alcune rivolte a seguito di questo provvedimento molto impopolare che però servì a pareggiare il bilancio statale.
- Venne imposta la leva obbligatoria che fu un vero e proprio disastro per l’economia del meridione in quanto i contadini venivano privati dei ragazzi per lavorare i campi. Questa legge provocò una reazione abbastanza dura in quanto molti giovani per sfuggire allo Stato iniziarono a fare i briganti. Contro questa reazione si decise di procedere attraverso una risposta militare la Legge Pica, infatti, prevedeva che tutti i briganti venissero giudicati e condannati a morte tra il 1863 e il 1865 fu risolto il problema del brigantaggio.

Sinistra storica: riassunto

DESTRA E SINISTRA STORICA DEFINIZIONE

La Terza Guerra di Indipendenza. Ala completa riunificazione dell’Italia mancava il Veneto, il Trentino e Roma. Per ottenere il Veneto l’Italia si alleò con la Prussia con lo scopo di trarre vantaggio dalla competizione Austro-Prussiana. Fu il cancelliere Bismarck a offrire al governo italiano un’alleanza militare. La guerra iniziò nel 1866 e mise in luce i limiti dell’esercito italiano che venne sconfitto a Custoza e a Lissa. All’esito negativo della guerra fu posto rimedio grazie alla vittoria dei prussiani nella guerra lampo di Sadova. L’Italia allora firmò nel 1866 la Pace di Vienna con la quale riceveva il Veneto.

La Questione romana. Alla completa unificazione dell’Italia mancava solo il Trentino e Roma. Per cercare di conquistare Roma nel 1862 Garibaldi tentò di organizzare una spedizione di volontari che dalla Calabria dovevano raggiungere Roma . Le truppe però subirono una pesante sconfitta sull’Aspromonte da parte dell’esercito italiano che temeva l’intervento francese. Nel 1964 con la “Convenzione di settembre ” l’Italia garantiva alla Francia di Napoleone III la protezione dello Stato Pontificio. Si stabilì anche la capitale da Torino a Firenze.

Destra e sinistra storica: riassunto breve