Il post seconda guerra mondiale: riassunto

Appunto inviato da nihal1992
/5

Le conseguenze della seconda guerra mondiale in Iran, nell'URSS, in Francia, in America, in Africa, Kennedy, la nuova frontiera e la fine degli anni '40 (3 pagine formato doc)

POST SECONDA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO

Storia della Seconda guerra mondiale.

Rivolta contro la monarchia in Iran: Mussadiq, primo ministro in Iran,  voleva nazionalizzare le risorse petrolifere (industria petrolifera). Shah Rezza Pallavi vendeva il petrolio all’America e quindi è costretto a fuggire. Il tentativo di Mussadiq non va a buon fine e per questo motivo viene deposto e, l’America e la Gran Bretagna, reinsediano Pallavi. Nel 55 abbiamo un grande congresso a Bandung (capoluogo della provincia indonesiana di Giava che è la parte occidentale) , conferenza dei paesi non alleati.
Il presidente dell’Indonesia era Sukarna ed è colui che organizza la conferenza a cui partecipano 29 paesi tra africani e asiatici, loro dicono di essere contrari al bipolarismo imperante (cioè scegliere tra America e URSS). Questi paesi avevano grandi problemi di povertà materiale e di sottosviluppo economico.

Tesina sulle conseguenze della seconda guerra mondiale


LE CONSEGUENZE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO

Alla fine degli anni 40: C’è una ricostruzione post bellica. Il PIL erano tornati a raggiungere i livelli pre-guerra. Ciò non riguarda solo i paesi capitalistici occidentali, ma anche i paesi del blocco comunista che ebbero dei miglioramenti anche maggiore di quelli capitalistici. Sorprendenti furono i tassi di incremento del PIL dei principali paesi industrializzati del mondo che, nel 60, si riunirono nell’OCDE (organizzazione di cooperazione e di sviluppo economico). I fattori della crescita furono: il libero scambio, la crescita demografica e la rivoluzione agricola, e questa viene chiamata l’età dell’oro. Riprendono le politiche libero scambistiche che rilanciano il commercio. Viene stipulato dalla GATT (General Agreement on Tariffs and Trade) che prevedeva la riduzione delle tariffe doganali e allo sviluppo del libero scambio, naturalmente per fare questo si abolisce il protezionismo. Diminuiscono le professioni legata all’agricoltura e aumentano quelle legate all’industria, cresce la forza lavoro nelle industri che permise l’aumento della produzione di beni in considerazione di una domanda che cresceva.

Le conseguenze della seconda guerra mondiale: riassunto


DOPO SECONDA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO

Altro fattore di sviluppo innovazione tecnologica che porterà anche a nuovi consumi, come il frigorifero, la lavatrice, e vari elettrodomestici. L’aumento notevole e costante del PIL ebbe come effetto più importante l’aumento dei consumi individuali dei paesi industrializzati, e questo, costituii il fattore più rilevante dello sviluppo economico.
URSS: Stalin muore nel 1953 e dopo di lui va al potere Nikita ChrušÄÑ‘v e viene poi destituito (cacciato) nel 1964. Difficoltà dell’Unione sovietica rispetto all’America era coniugare lo sviluppo economico con il benessere individuale, perché la collettivizione delle campagne  non era in grado di sostenere la domanda di prodotti agricoli e ciò portava a non avere un miglioramento della vita individuale. Maggiori erano però i problemi politici, infatti in Unione Sovietica si era creata una grande frattura tra il popolo e il partito-stato, perché questo aveva formato delle minoranze privilegiate che si erano arricchite attraverso la pianificazione forzata dell’industrializzazione. Si era formato un capitalismo di stato che era favorevole ad un riavvicinamento agli Stati Uniti, che secondo alcuni erano la causa dello sfruttamento imperialistico di alcuni stati, sottosviluppati.