Il duecento

Appunto inviato da bunnybugs
/5

Cosa accadde in Italia nel 200.(1pag - formato word) (0 pagine formato doc)

Il DUECENTO Il DUECENTO Quadro Storico Nell'Italia Settentrionale e Centrale da un punto di vista sociale si ebbe la nascita di un nuovo ceto sociale: la Borghesia (quelle persone che si erano arricchiti con il commercio).
Una volta avviati alla scalata del potere, cercarono di essere indipendenti e si organizzarono in una istituzione chiamata Comune. Nel comune si vennero a formare i cosiddetti priorati (almeno 5) i quali amministravano questa istituzioni (erano come la giunta comunale odierna). In fin dei conti il Comune fu un altro elemento che portò al particolarismo. Nel meridione invece si ebbe la monarchia Sveva con a capo Federico II che non fece avviare l'istituzione comunale ma da un punto di vista culturale non lasciò la Sicilia arretrata in quanto istituì una vera e propria scuola dove già alcune persone erano riuscite a comporre i primi sonetti.
La cultura della Sicilia decadde invece dopo il 1250 con la morte di Federico e la comparsa dell'invasione angioina. La scuola siciliana (con funzione Didattica) non scomparve del tutto in quanto si trasferì in Toscana, assumendo una tematica amorosa e politica, in Umbria, con una tematica religiosa (con San Francesco d'Assisi e Jacopone da Todi), e nella Pianura Padana influenzato dallo spirito profetico delle eresie religiose (adatto anche a un pubblico meno colto).