Europa unita: storia

Appunto inviato da greta
/5

Storia dell'Unione Europea dalla nascita della CECA alle prospettive attuali. I fondatori, confronto con esperienze simili e la moneta unica (8 pagine formato doc)

EUROPA UNITA: STORIA

Nata da una grande intuizione politica dell'immediato dopoguerra, quando si rendevano necessarie la ricostruzione dei nostri Paesi e l'individuazione di un nuovo modello di convivenza pacifica tra i popoli europei, basato sui principi della libertà.
Non succedeva dai tempi del sesterzio, la piccola moneta romana che, dopo la riforma dell'imperatore Augusto, fu imposta dalla Spagna all'Asia minore: esattamente 2010 anni dopo ci prova l'Euro a unire le isole Canarie spagnole e la Sicilia, la Finlandia e il Portogallo, il Lussemburgo e la Francia, la Germania e il Belgio, l'Irlanda con l'Olanda e l'Austria.

L'esperimento dell'Unione monetaria europea è una sfida senza precedenti nella storia: prende il via senza che nemmeno sia all'orizzonte la data dell'unità politica dei Paesi che vi partecipano.

Processo di integrazione europea: tappe

UNIONE EUROPEA: RIASSUNTO

La moneta unica è una tappa inevitabile, se si vuole favorire la sopravvivenza economica dell'Unione Europea e mantenerla ai vertici dell'economia mondiale, di un percorso iniziato alla fine della Seconda guerra mondiale, quando alcuni Paesi gettarono le fondamenta per una nuova Europa, basata sulla cooperazione.

Realizzare gli “Stati Uniti d'Europa” è, quindi, un progetto, e un sogno, molto vecchio, ma bisogna attendere gli anni `50 per vederne gli esordi.

Storia dell'Unione Europea: riassunto

PERCHE' E' NATA L'UNIONE EUROPEA

C'era alla base della originaria Comunità europea un grosso disegno politico, che si poteva riassumere nella proposta francese alla Germania di gestire in comune le risorse, individuate nel carbone, primaria fonte di energia, e nell'acciaio, che per tanto tempo avevano fornito gli strumenti per dividere e che ora dovevano unire l'Europa, e per questo essere messe in comune sotto un'autorità sovranazionale. Il 18 Aprile 1951, questo limitato obiettivo fu raggiunto e nacque la Ceca, Comunità europea del carbone e dell'acciaio. Ma i tentativi di estendere la formula sovranazionale all'agricoltura e alla difesa fallirono, fino a far entrare in crisi l'integrazione europea. Essa venne rilanciata solo nel 1955 e portò alla nascita della Cee, Comunità economica europea, di cui la Ceca era stata il laboratorio di esperienze, e dell'Euratom, Comunità europea dell'energia atomica, create per costruire un mercato comune, attraverso l'unione doganale, e coordinare l'utilizzo comune dell'energia nucleare a scopi pacifici.

Caratteri generali dell'Unione Europea: riassunto

STORIA DELL'UNIONE EUROPEA IN SINTESI

I trattati istitutivi furono firmati a Roma, in Campidoglio, il 25 marzo del 1957 da Belgio, Germania federale, Francia, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi. Ad essi aderì in seguito anche il Regno Unito. Non era un'Europa sovranazionale, ma si proponeva di “fondere le sei economie” non soltanto mediante automatismi di mercato, ma indirizzando il processo con la costituzione di Fondi europei verso l'obiettivo di una “espansione armonica e di uno sviluppo equilibrato” di ogni parte della Comunità.