Federico II di Svevia: ricerca

Appunto inviato da
/5

Ricerca approfondita su Federico II di Svevia (5 pagine formato doc)

FEDERICO II DI SVEVIA: RICERCA

Federico II di Svevia re di Germania e Imperatore.

Dopo che Innocenzo III riconfermò la sua elezione a Re di Puglia e di Sicilia, su consiglio dello stesso Papa, Federico sposò Costanza d'Aragona, di dieci anni più grande di lui. Costanza gli dette un figlio maschio, Enrico, assicurandogli così la successione al trono.
Nel 1212,  dopo essersi fatto incoronare Imperatore del Sacro Romano Impero col nome di FEDERICO II, pensò opportuno andare a mettere ordine nella sua terra di Germania, opponendosi all'Imperatore Ottone di Brunwick, caduto in disgrazia di Innocenzo III. A soli 20 anni (nel 1214) sconfisse il Re di Francia Filippo II Augusto e Giovanni Senzaterra, Re di Inghilterra; nel 1215 conquistò Aquisgrana dove si fece incoronare Re di Germania, giurando di intraprendere una crociata per liberare Gerusalemme dal Saladino. Intanto nel 1216 morì il suo tutore, il Papa Innoncenzo III, a cui successe Onorio III (Cencio Savelli) che era stato anche uno dei suoi maestri. Non volendo rinunciare al Regno di Puglia e di Sicilia, delle cui terre era particolarmente innamorato, Federico lasciò il governo della Germania a suo figlio Enrico e ritornò in Italia, dove nel novembre del 1220, presente il suo fedelissimo Ermanno Von Saltza, Gran Maestro dei Cavalieri Teutonici, si fece incoronare Imperatore del Sacro Romano Impero nella Basilica di San Pietro da Onorio III.

Tema su Federico II di Svevia

FEDERICO II: RICERCA BREVE

Alla Corte di Federico. Nella sua Corte, specchio del mondo, accolse i fedeli saraceni con i turbanti e le scimitarre, per dimostrare che l'Impero varcava i confini delle razze e delle fedi; si circondò di matematici come il Fibonacci e astronomi, musici e poeti, medici e legislatori, canonisti e filosofi. In questo periodo emano' gli editti di Capua, sorsero la Scuola poetica siciliana e l'Università di Napoli (1224), vero centro culturale europeo; si dettarono nuovi regolamenti per la Scuola medica salernitana, elevandola ad Accademia ed istituendovi la prima cattedra di Anatomia. Alla sua corte accolse anche i poeti e i minnesanger (poeti e trovatori) Tedeschi e Albigesi, che fuggivano dalla Provenza (Francia) perchè perseguitati come eretici dal Papa. La Corte di Palermo costituì così uno straordinario centro culturale e scientifico come non se ne ebbero per secoli. Federico amò particolarmente la terra di Puglia chiamandola "pupilla dei nostri occhi", e in questa terra fece costruire o rimaneggiare un gran numero castelli (circa 200).

Federico II di Svevia: riassunto

FEDERICO II DI SVEVIA: RICERCA. CONFLITTI CON IL PAPA

Conflitti con il Papa. Dopo la morte di Costanza (1222) Federico, su consiglio di Ermanno Von Saltza nel 1225 sposò l'appena tredicenne Jolanda di Brienne, figlia di Giovanni, titolare della corona di Gerusalemme, a cui Federico aspirava. Alla morte di Onorio III (1227) il successore Gregorio IX pretese che Federico tenesse fede al giuramento di organizzare la Crociata, minacciando di togliergli la corona del Regno di Sicilia. In tutta fretta Federico radunò nel porto di Brindisi nell'agosto del 1227 ben 42.000 Crociati per salpare per la crociata promessa ad Onorio III, ma fu costretto a rinunciarvi a causa dello scoppio di una violenta epidemia di peste.
Ma Papa Gregorio IX, successo ad Onorio, non volle credere a Federico e decise di scomunicarlo, sciogliendo i sudditi dal vincolo di fedeltà. Intanto nel 1228 nacque ad Andria da Jolanda di Brienne, Corrado, futuro imperatore (1250-1254). Purtroppo la giovane Jolanda morì per complicazioni del parto, e venne sepolta nella cripta della Cattedrale di Andria. Federico partì, nel giugno del 1228, nonostante la scomunica,  per Gerusalemme , dando vita alla VI Crociata detta appunto "degli scomunicati".