La Germania di Hitler e il movimento nazista

Appunto inviato da guazzina
/5

Ricerca di storia contemporanea sulla Germania di Adolf Hitler e il regime nazista (2 pagine formato doc)

LA GERMANIA DI HITLER E IL MOVIMENTO NAZISTA

Il nazismo e la Germania di Hitler.

Le tensioni alimentate dalla guerra si manifestarono in maniera particolare in Germania, dove alla vigilia dell’armistizio si era venuta a creare una situazione prerivoluzionaria. Il primo segno di cedimento all’interno del paese fu costituito dall’ammutinamento degli equipaggi della flotta, che si rifiutarono di prendere il mare per uno scontro impari e ormai inutile con la squadra inglese. L’agitazione si estese in tutto il paese tanto che l’impero fU sostituito dalla repubblica, proclamata il 9 novembre.
Contemporaneamente sI erano formati nei centri urbani e nelle fabbriche i “consigli “ di operai e soldati, che furono per poco l’unico centro del potere. La principale forza politica era costituita dai socialdemocratici, che era il partito più organizzato; appariva però diviso in quanto una corrente minoritaria era stata espulsa dal partito perché aveva preso posizione per una pace fondata sull’autodeterminazione del popolo e sull’arbitrio internazionale. Era così sorto il partito socialdemocratico internazionale (USPD), al quale aveva aderito anche la “lega di Spartaco”. La maggioranza dei lavoratori era fedele al vecchio partito socialdemocratico (SPD), questi volevano una democratizzazione della vita politica tedesca, erano favorevoli a una normalizzazione.

LA GERMANIA DI HITLER, LA PRESA DEL POTERE

La destituzione del comandante della polizia di Berlino, molto popolare tra gli operai, provocò nella città un insurrezione organizzata della “lega di Spartaco”. Questa ribellione fu soffocata nel corso della così detta “settimana sanguinosa” nel gennaio del 1919. La repressione si estense poi per tutta la Germania e culminò con l’abbattimento della repubblica conciliare proclamata nel 1919 in Baviera. Le elezioni per la Costituente, tenutesi nel gennaio 1919 con il suffragio universale esteso alle donne e il sistema proporzionale videro un largo successo dei socialisti, ma questi per governare dovettero chiedere l’appoggio di altre forze politiche quali: il Centro; il partito economico interclassista; il Partito democratico, e grazie all’accordo fu possibile nominare presidente provvisorio della repubblica Elbert e cancelliere a capo di un governo di coalizione Scheidemann.

Hitler e la Germania nazista: riassunto

ASCESA DI HITLER IN GERMANIA

La Costituente riunitasi nella città di Weimar, elaborò una costituzione , detta per l’appunto di Weimar, che venne proclamata l’11 agosto 1919, era una democrazia parlamentare piena, perché il primo ministro o cancelliere del Reich era responsabile davanti al parlamento eletto per quattro anni . ma per equilibrare i vari organi istituzionali e ridurre il rischio di instabilità governativa i costituenti di Weimar si preoccuparono anche di rafforzare i poteri dell’esecutivo. Il presidente eletto dal voto diretto dei cittadini, oltre a designare il Reichstag aveva il diritto di sostenere i “diritti fondamentali”. In sostanza si diede così vita a una forma di governo che fondeva aspetti del regime parlamentare e di quello presidenziale che fu caratterizzata insieme da un’accentuata instabilità dei ministri e da un continuo rafforzamento del ruolo del presidente.