Guerra civile inglese: riassunto delle cause e il potere di Cromwell

Appunto inviato da
/5

Guerra civile inglese: riassunto sugli avvenimenti principali legati alla Guerra civile inglese del 1600 (1 pagine formato txt)

GUERRA CIVILE INGLESE DEL 600: RIASSUNTO SULLE CAUSE E IL POTERE DI CROMWELL

La rivoluzione inglese e le rivolte del 600.

L'Inghilterra di Giacomo I:
- Dopo la morte di Elisabetta I salì al trono Giacomo I Stuart (figlio di Maria) re di Scozia. In questo modo vennero unificate in un solo regno le corone di Scozia e Inghilterra;
- Giacomo I propose un programma di accentramento monarchico: riaffermò l'autorità della Chiesa Anglicana, introdusse la tassazione per il prelievo di risorse economiche, esautorò gli organismi rappresentativi tradizionali in favore di esponenti della corte direttamente legati al sovrano, creò tribunali regi esenti da nomine elettive e liberi di ignorare le garanzie accordate ai cittadini nella Magna Charta;
- Nella politica estera non fu in grado di eguagliare l'opera di Elisabetta I e scontentò le due grandi potenze continentali Francia e Spagna.
Si ebbe inoltre un declino della collaborazione tra la corona e le grandi compagnie commerciali;
- I puritani non accettarono il rilancio della Chiesa anglicana voluto da re in quanto avevano la convinzione che la vita religiosa dovesse essere esente da ingerenze dell'autorità civile. Questo comportò una ripresa delle persecuzioni religiose che provocò un notevole flussso migratorio, in particolare verso l'America;
- Il forte dissenso nei confronti della monarchia si concentrò proprio nel Parlamento, che divenne contemporaneamente sede principale della opposizione religiosa.

Prima rivoluzione inglese: riassunto

RIVOLUZIONE INGLESE: RIASSUNTO STORIA

Il progetto assolutistico di Carlo I:
- Carlo I Stuart (successore di Giacomo I) sciolse il Parlamento ma fu costretto a riconvocarlo nel 1628 per farsi approvare il finanziamento di una spedizione di soccorso agli ugonotti assediati alla Rochelle. Il re subì una "Petizione dei diritti" che condannava il fiscalismo monarchico, l'oppressività della Chiesa anglicana;
- Nel 1629 Carlo Stuart sciolse di nuovo il Parlamento e iniziò una repressione sistematica dell'opposizione politica e religiosa;
- Venne aumentato il potere dei due tribunali speciali: La Camera stellata (le cui competenze furono estese ai reati pubblici) e la Corte di alta commissione (istituita per reprimere la dissidenza religiosa;
- Senza la convocazione del Parlamento fu estesa in tutto il regno l'esazione dello ship-money, un tributo originariamente versato solo dai centri portuali per il mantenimento della flotta regia;
- Nel 1639 fu tentato un ripristino della gerarchia anglicana in Scozia, dove si era stabilita la Chiesa nazionale presbiteriana. Il clero presbiteriano e l'assemblea nazionale scozzese risposero con un patto (Covenant) in cui era giurata una difesa a oltranza del calvinismo ortodosso dalle ingerenze inglesi. Scoppiò una guerra che vide l'invasione scozzese di alcune città del territorio inglese;
- Carlo I fu costretto a convocare il Parlamento per richiedere finanziamenti (1640) ma trovò una forte opposizione che lo obbligò a sciogliere nuovamente l'assemblea;
- Nel 1640 fu nuovamente convocato il Parlamento che rifiutò di collaborare con il sovrano e chiese la condanna a morte dei principali collaboratori (incluso il primo ministro). Carlo I fu costretto ad accettare e l'assemblea prese altri provvedimenti che abolivano i tribunali speciali, vietavano l'imposizione di nuovi tributi senza l'assenso parlamentare, l'arresto dei sudditi senza processo e decretavano la fine delle persecuzioni religiose;
- Nel 1641 scoppiò in Irlanda una violenta insurrezione di contadini e proprietari cattolici, che massacrarono coloni protestanti inglesi e scozzesi. Il re fu sospettato di aver fomentato la rivolta per modificare il quadro politico e ottenere il reclutamento di un esercito di cui si sarebbe poi servito per sconfiggere il Parlamento. Fu, in conseguenza, presentata la Grande rimostranza che chiedeva il controllo del reclutamento degli eserciti e delle nomine ministeriali;
- Il 4 Gennaio 1642 il re tentò il colpo di Stato irrompendo nel Parlamento con una schiera di armati. L'insuccesso fu completo e i capi dell'opposizione riuscirono a fuggire e la cittadinanza londinese si scatenò in furiose manifestazioni. Carlo I dovette abbandonare la capitale.

Rivoluzione inglese: riassunto e cause

GLORIOSA RIVOLUZIONE INGLESE: RIASSUNTO

La guerra civile:
- La guerra vide contrapposti i cavalieri (nobili, contrari al programma parlamentare espresso nella Grande rimostranza) e le Teste rotonde (puritani, interessati a un regime di maggiore libertà dal giogo fiscale);
- Il puritano Cromwell riorganizzò le truppe parlamentari ideando gli ironsides (particolare distaccamento di cavalleria corazzata) e il New model army (un modello organizzativo in cui i soldati eleggevano i loro ufficiali ed erano oggetto di indottrinamento politico e religioso puritano), e sconfisse il re;
- Dopo il successo si ebbe una divisione dello schieramento dei vincitori poiché la maggioranza parlamentare era di orientamento presbiteriano mentre l'esercito sosteneva l'introduzione di una generalizzata libertà di culto;
- Nel 1648 Cromwell, accusato di tradimento per aver cercato di salvare l'istituto monarchico, sconfisse gli scozzesi (guidati dal re) e i rivoltosi realisti, occupò Londra ed espulse gli oppositori del Parlamento;
- Dopo la condanna a morte e l'esecuzione del Re fu proclamata la Repubblica.

Rivoluzione inglese: origini

RIVOLUZIONE INGLESE: CAUSE

Il potere di Cromwell:
- Cromwell ristabilì l'ordine in Irlanda reprimendo nel sangue la rivolta dei realisti cattolici. Nel 1651 pacificò definitivamente la Scozia;
- In politica estera puntò sull'espansione della potenza commerciale e coloniale Inglese, coordinandola con la difesa della comunità protestante internazionale;
- Nel 1651 promulgò l'Atto di navigazione con cui stabiliva che il commercio con le colonie Inglese d'oltremare era monopolio della madrepatria. Questo provocò nell'Olanda una reazione di guerra, che ebbe però breve durata e terminò con il riconoscimento da parte degli olandesi dell'Atto;
- Cromwell stipulò trattati vantaggiosi con Svezia e Danimarca, che gli assicurarono l'ingresso nel Baltico, e con il Portogallo, nel cui immenso impero commerciale gli inglesi ebbero accesso libero;
- Nel 1657 Cromwell si alleò coi Francesi nella guerra contro gli Spagnoli, ottenendo numerosi vantaggi;
- In politica interna Cromwell non riuscì a dar vita a un solido sistema di governo a causa dei contrasti col Parlamento. Poiché esso non dava segni di collaborazione venne disciolto nel 1653 mentre Cromwell assumeva il titolo di Lord protettore di Inghilterra, Scozia e Irlanda;
- Anche i parlamenti successivi si dimostrarono ostili a Comwell che trasformò il protettorato in una dittatura militare. Alla morte del protettore il figlio Richard assunse il potere ma dovette lasciarlo dopo pochi mesi.