L'impero coloniale olandese: riassunto

Appunto inviato da nba
/5

Breve storia dell'impero coloniale olandese del 1600 (1 pagine formato txt)

IMPERO COLONIALE OLANDESE

Domini coloniali nel XVIII secolo (Impero coloniale olandese). Nella prima metà del XVII sec.

la Compagnia olandese delle Indie Orientali prese piede nell'arcipelago delle Molucche (Amboina, 1605; Banda, 1609), dove la sottomissione dei principati marittimi di Ternate, Tidore, Batjan segnò il suo trionfo; l'energica estromissione di Francesi e Inglesi le permise di installarsi nel mar di Giava, di occupare Bantam e di fondare Batavia (1619); più a occidente penetrò nel mondo malese, indiano e cinese con l'impianto di case di commercio a Johore e Malacca (tolta ai Portoghesi nel 1641), con le basi sulla costa indiana del Malabar (Culan, Cochin, Calicut) nel 1661, con l'invio di mercanti nel Borneo settentrionale verso il 1665 e di missioni a Formosa. Il trattato di Breda (1667) sancì l'esistenza dell'Impero coloniale olandese d'Oriente (con la cessione all'Olanda delle ultime isole inglesi del mar di Banda), costituito da una serie di stabilimenti commerciali fortificati: dal Capo (1648) a Timor, passando per lo scalo persiano di Bandar 'Abbas.

Tutto sulla Colonizzazione

COLONIZZAZIONE OLANDESE SUDAFRICA

L'espansione olandese a occidente fu meno fortunata.

Iniziata con l'invio di dieci famiglie ugonotte in Amazzonia, di trenta famiglie vallone alla foce dell'Hudson (1623), e con le spedizioni corsare di Piet Hein lungo le coste brasiliane (1626-1627), l'Impero olandese d'America raggiunse il suo apogeo nella prima metà del XVII sec. Verso il 1635 il Brasile olandese si stendeva da capo San Roque al Río San Francisco, e il governatore generale Maurizio di Nassau ne intraprese con intelligenza lo sfruttamento (legno, canna da zucchero). Nel Nord una serie di insediamenti scaglionati lungo l'Hudson costituirono la Nuova Olanda: fra questi New Amsterdam (la futura New York), che viveva del commercio delle pelli e di agricoltura. Infine nel mar delle Antille gli Olandesi tolsero alla Spagna le isole di Sant'Eustachio, San Martino, Tobago, Curaçao, e inoltre la Guiana.

L'impero coloniale portoghese: riassunto breve

COLONIALISMO OLANDESE 1619

La restaurazione dell'indipendenza portoghese (1640) e la guerra fra Olanda e Portogallo (1641-1651), insieme alle rivolte brasiliane, segnarono la fine del Brasile olandese (capitolazione di Recife, 1654), il cui ritorno al Portogallo fu sanzionato dalla pace dell'Aia (1661); la Nuova Olanda fu sopraffatta dagli Inglesi del duca di York (1664). Il trattato che portò alla pace di Breda lasciò all'Olanda, oltre ai possedimenti delle Antille, le basi commerciali africane di Gorée (Gorea) e di Arguin, che assicuravano il rifornimento di schiavi al mercato di Curaçao.