Inizio Novecento

Appunto inviato da lourapunk
/5

Appunti su: la situazione coloniale dei primi anni del '900, Premesse sulla Prima Guerra Mondiale (crisi marocchine, guerre dei balcani), la situazione italiana, l'inizio della guerra (3 pagine formato doc)

TRA OTTOCENTO E NOVECENTO TRA OTTOCENTO E NOVECENTO Imperialismo: atteggiamento aggressivo delle nazioni Europee per allargare i propri confini anche al di fuori del continente.
Questo è dovuto perché all'interno dell'Europa esisteva già un equilibrio e quindi era più conveniente rivolgersi verso zone che avevano meno possibilità di difesa (Africa ed Asia). Colonialismo: si tratta dell'insediamento di colonie e quindi l'occupazione del territorio conquistato, dopo l'aggressione, per facilitare il dominio economico sulle risorse, il lavoro e il mercato di queste ultime. La situazione coloniale delle maggiori potenze all'inizio del `900 ci permettono di capire lo scenario internazionale: Inghilterra: In Asia le colonie non sono più di popolamento ma vengono solo mandati dei funzionari per organizzare lo sfruttamento.
In Africa cerca di creare una fascia di colonie dal capo al Cairo per contrastare la strategia francese che cercava di avanzare in senso opposto ossia longitudinale. Portogallo: possedevano ancora le colonie conquistate al tempo del tentativo di circumnavigare l'Africa per trovare una strada alternativa all'Asia: non aveva mai fatto popolamento in queste zone ma le aveva utilizzate inizialmente come basi commerciali e poi vennero sfruttate territorialmente poiché ricche di risorse. Italia: possedeva solamente alcune colonie in Libia e in Somalia. Germania: avevano una situazione coloniale decisamente inferiore a quelle delle altre superpotenze poiché era una delle nazioni più giovani, e quando cominciò il suo progetto di conquista, Africa ed Asia erano già occupate e spartite tra le altre nazioni Europee. I rapporti tra Inghilterra e Francia meritano un discorso a parte: queste due nazioni erano le principali colonizzatrici e le loro relazioni furono da sempre conflittuali ma la leadership appartenne sempre dell'Inghilterra; infatti la flotta civile e militare, che erano un pò le armi decisive, non ebbero mai eguali al mondo. Come già detto il progetto di conquista inglese prendeva una fascia in direzione verticale e al contrario quello francese procedeva in modo longitudinale: queste due strategie erano appunto destinate ad una collisione che poteva sfociare in uno scontro armato. Per evitare questo e di dare modo alla Germania di prendere qualche iniziativa, Francia e Inghilterra nel 1898 a Fashoda si riunirono per discutere delle conquiste africane: nel 1904 si stipulò l”entente cordiale” che servì per il riconoscimento dei possedimenti in Africa. Al di là dell'obbiettivo immediato di regolamentare l'espansione coloniale, la firma dell'accordo segnò la fine di secoli di contrasti tra le due nazioni e l'inizio di una pacifica coesistenza. (Due eventi delicati della storia del `900 politico e militari che creano tensioni ed alleanze tra i paesi europei) LE CRISI MAROCCHINE 1905 Francia --> Marocco Germania VS Francia Conferenza Algesiras e Germania isolata 1911 Francia --> Marocco Sbarco tedesco ad Agadir Intervento Ingle