Italia di fine '800

Appunto inviato da mony87ely90
/5

L'Italia di fine '800: la crisid della dx, la vittoria della sx, il trasformismo, le riforme sociali, la triplice alleanza, crispi, politica coloniale (10 pagine formato doc)

Con la conquista di Roma e il pareggio del bilancio dello Stato gli uomini della Destra, i diretti successori di Cavour, avevano terminato il loro compito. L'unità del territorio italiano era quasi completata, ormai solo Trento e Trieste rimanevano all' Austria.
Il nuovo Stato aveva una propria organizzazione, le sue finanze erano state risanate. Certamente, le inefficienze e gli errori non erano mancati, e nessuna sensibilità i governi avevano dimostrato verso le condizioni di vita dei ceti più poveri. In conclusione, comunque, la Destra aveva governato con molti limiti ma anche con onestà e disinteresse. Ormai, però si rendevano indispensabili riforme politiche e sociali che non era in grado di realizzare, in quanto, probabilmente, non ne comprendeva neppure la necessità. Quando si rese impopolare imponendo nuove, forti tasse perse la maggioranza (elezioni del 1876). SINISTRA AL POTERE Durante la campagna elettorale, 1876, il più autorevole esponente della Sinistra moderata, Agostino Depretis aveva avanzato alcune proposte di riforma:Una delle battaglie sociali più IMPORTANTI FU LA LOTTA CONTRO L'ANALFABETISMO.
Urgenti apparivano anche le lotte contro la fame e le malattie, riforme sociali in favore dei più poveri.