Italia prefascista

Appunto inviato da beba0092
/5

Appunti sulla fase prefascista in Italia (0 pagine formato doc)

Parlamento italiano dilaniato da contrasti tra i principali partiti di massa:
popolari cattolici: favorevoli alla piccola proprietà, ma non del tutto → capitalisti/liberisti → confluivano nel Partito Popolare Italiano fondato nel 1919 da Don Luigi Sturzo (esiliato durante il Ventennio Fascista, ritornerà in Italia per formare l'Assemblea Costituente)
socialisti: si dividevano in riformisti (moderati) e massimalisti (rivoluzionari) 1921: formazione del Partito Comunista d'Italia
liberali: non riuscivano a raggiungere un'unità = incapaci di governare il paese.

1919: occupazione di Fiume = prova generale di un possibile colpo di Stato  sfruttando l' instabilità politica del paese D'Annunzio occupa Fiume proclamando un governo provvisorio → fino al 1920: cacciato a cannonate dalla Marina

+ contesto di paura della rivoluzione bolscevica

subentra Benito Mussolini:
-direttore de "L'Avanti" socialista → poi espulso perché interventista  
-1919: fonda a Milano i fasci di combattimento
             
Partito appena nato:
si prefiggeva la lotta contro i filobolscevichi = si guadagna la simpatia di classi dirigenti conservatrici

.